Parata lealista a RasharkinIl parlamentare dello Sinn Fein per North Antrim, Daithí McKay, ha detto che il periodo del 12 luglio ha visto un aumento della tensione a Rasharkin e bisognerebbe fare di più per ridurla.

Ha anche condannato la recente attività lealista a Rasharkin e i graffiti comparsi sulla Dunloy Orange Hall.

McKay afferma: “Rasharkin è stata relativamente pacifica per un buon lasso di tempo.

“Questa pace è stata infranta, sfortunatamente, al sopraggiungere del 12 luglio, quando i lealisti hanno telefonato per un infondato allarme bomba riguardante il campo della GAA ed il tricolore è stato rubato per essere bruciato su un bonfire orangista.

“Ciò che i residenti hanno trovato abominevole sono stati i bonfire locali, perché c’erano fotografie di Leanne Peacock – una donna della zona – pronte per essere bruciate.

“Questa pratica è estremamente barbara e chiaramente instilla odio contro i membri della comunità cattolica/nazionalista nei giovani che assistono a questi eventi.

“Tra l’altro non dovrebbe avvenire neppure il posizionamento sui bonfire dei manifesti – che fanno di Leanne e di altri rappresentanti dei bersagli.

“Il silenzio dei politici unionisti riguardo a questa pratica è disarmante.

“Due attacchi contro delle vetture sono avvenuti nella cittadina, appartenenti ad un residente cattolico e ad un protestante, lasciando le due auto con considerevoli danni. Questo è preoccupante e c’è il dovere da parte di chi ha influenza nella comunità di provare a ridurre le tensioni nel periodo precdente”.

Parlando del recente attacco contro l’Orange Hall di Dunloy, McKay ha proseguito: “Scrivere sulla Dunloy Orange Hall è da condannare e i residenti della cittadina sono dell’opinione che non solo sia un attacco settario e sbagliato ma lascia questa parte della città come un pugno in in occhio. Chi compie questi ripetuti attacchi dovrebbe desistere immediatmente; non rappresentano nessuno di chi vive qui”.