Willie Frazer | © Andrea "Aska" Varacalli

Tutte le accuse legate alla protesta per le bandiere contro Willie Frazer sono state cancellate

I procuratori hanno detto in tribunale a Belfast che non vi erano prove sufficienti per le accuse contro Willie Frazer di aver partecipato ad un corteo non notificato e di aver incoraggiato altre persone a fare lo stesso nel corso di un discorso davanti alla City Hall.

Questo sviluppo lascia Frazer a rispondere di una sola accusa di possesso di un Taser.

Willie Frazer sta cercando di scoprire chi è responsabile di aver emesso le accuse contro di lui.

Ha detto: “Ho trascorso due settimane in carcere per questo.

“Chiederò tramite la Camera dei Comuni e la Casa dei Lord di conoscere chi ha preso la decisione a livello politico di accusarmi”.

Willie Frazer era una delle figure più alto profilo finite in tribunale dopo le proteste seguite alla decisione del Belfast City Council di limitare l’esposizione della bandiera dell’Unione dalla City Hall.

Fu accusato di incoraggiare o assistere a reati durante un discorso pubblico, e di aver preso parte a marce illegali.

Ma con il ritiro delle altre accuse, è stato comunicato alla giudice distrettuale Fiona Bagnall che i restanti due reati legati alla protesta del 19 gennaio 2013 decadevano.

L’avvocato del Pubblico Ministero, John O’Neill, ha affermato: “Ci sono stati problemi di comunicazione negli ultimi mesi e la Pubblica Accusa è venuta in possesso di parti di informazioni.

“Siamo ritornati indietro, abbiamo valutato nuovamente il caso e il test probatorio non viene più soddisfatto per quanto riguarda le due accuse”.

Con il decadimento delle accuse legate alle proteste per le bandiera, la giudice Bagnall ha accettato di revocare il divieto di partecipare a qualsiasi manifestazione pubblica per Willie Frazer.

Anche il divieto di trovarsi a meno di 1.500 metri da qualsiasi protesta o corteo è stato rimosso.

L’udienza sulla restante accusa di possesso di un Taser, trovato all’interno della sua abitazione, proseguirà la prossima settimana.

Willie Frazer, parlando all’esterno del tribunale di Belfast, ha affermato che il caso era politico.

“Sono sollevato, ma anche molto arrabbiato” ha aggiunto.

“Per 15 mesi sono stati più o meno come agli arresti domiciliari.

” Per fortuna ho avuto una buona squadra di avvocati, ma qualcuno aveva il compito di allontanare Willie Frazer ed altre persone fuori dalle strade”.