John de ChastelainL’inventario completo delle arme messe fuori uso dai paramilitari durante il processo di pace nin sarà reso pubblico, ha deciso l’organismo che ha sovrinteso alla distruzione degli arsenali.

I documenti dettagliati su tutte le armi da fuoco, munizioni ed esplosivi messi fuori uso dai gruppi come Provisional IRA, Ulster Defence Association e Ulster Volunteer Force sarà custodito dal Dipartimento di Stato americano a Washigton. Lo afferma l’Independent International Commission on Decommissioning (IICD).

La mossa viene rivelata nel rapporto finale dell’IICD pubblicato dai governi inglese ed irlandese.

La commissione dice che parte delle motivazioni per tenere le informazioni sotto chiave è quello di evitare di scoraggiare futuri atti di decommissioning.

L’ultimo documento prodotto dai commissari riflette sull’intero lavoro da quando la Commissione è stata istituita nel 1997.

In quel periodo la IICD, guidata dal generale canadese in pensione John de Chastelain, ha facilitato la distruzione degli arsenali appartenenti a tutte le organizzazioni militanti in cessate-il-fuoco.

Anche se una banda di estremisti marginali continuano a colpire il processo di pace con il terrorismo, il lavoro dell’IICD era quello di facilitare il disarmo tra i gruppi che avevano rinunciato alla violenza, non convincere coloro che ancora erano intenti a lottare.

Mentre non vi è alcun inventario nella relazione finale, viene fornito un resoconto degli eventi della decommissioning, una sintesi dei fattori chiave che hanno consentito alla Commissione di perseguire i suoi obiettivi e mette in evidenza le lezioni apprese.

Dopo aver lasciato una copia del rapporto nella libreria di Westminster, il Segretario di Stato dell’Irlanda del Nord Owen Paterson ha dichiarato: “Il mandato della commissione era quello di fornire un meccanismo, del tutto indipendente dal governo, per eseguire lo smantellamento delle armi paramilitari in modo tale da renderle in modo permanente inaccessibili o inutilizzabili.

“Il compito era difficile, i commissari hanno lavorato instancabilmente per realizzarlo. Non vi è alcun dubbio che la loro indipendenza e l’alto livello di impegno sono stati cruciali nel guadagnare la fiducia delle organizzazioni paramilitari. Gli atti conseguenti di decommissioning hanno contribuito a rendere l’Irlanda del Nord una società più pacifica, stabile e inclusiva “, ha detto.