Derry 2012 | © Pacemaker

I due uomini di Derry hanno accettato le accuse di terrorismo legate alla Commemorazione della Rivolta di Pasqua del 2012

Ciaran Boyle e Anthony Lancaster erano entrambi accusati di aver aiutato la preparazione di un incontro che sapevano sarebbe stato frequentato da una persona appartenente ad un’organizzazione proscritta come l’Irish Republican Army (IRA).

L’accusa contro la coppia è stata elevata in base alla Legge sul Terrorismo (Terrorism Act 2000) ed inizialmente è stata respinta sia da Boyle che da Lancaster.

Durante il primo giorno del processo che si è tenuto mercoledì al tribunale di Belfast, un avvocato dell’accusa ha detto che i reati sono ascrivibili all’evento tenutosi il 9 aprile 2012 nel City Cemetery di Creggan, Derry, organizzato dal 32 County Sovereignty Movement.

È stato riferito al giudice Sandra Crawford, che presiede un tribunale Diplock senza giuria, che sia Boyle che Lancaster hanno collaborato nell’organizzare l’incontro, cui ha partecipato un uomo a volto coperto che ha letto un comunicato per conto di Oglaigh na hEireann/Real IRA.

Lancaster, di Derry, sarebbe stato il Maestro di Cerimonie durante l’evento mentre Boyle, anch’egli di Derry, è accusato di aver innalzato e riposto il tricolore irlandese.

Dopo aver parlato con i due accusati, i due avvocati della difesa hanno chiesto che venissero nuovamente chiamati a rispondere in aula delle singole accuse.

Quando sono state illustrate le accuse, sia Boyle che Lancaster hanno risposto “colpevole”.

Il giudice Crawford ha concesso ad entrambi gli uomini di essere rilasciati con la condizionale. Entrambi saranno giudicati dal tribunale di Belfast il 15 ottobre.