Derry: la villa dei colloqui segretiUna residenza storica nei sobborghi di Derry – che ospitò i colloqui segreti tra l’IRA ed il governo britannico nei primi anni Settanta – è stata messa in vendita.

La proprietà, con 11 camere da letto, si trova in Beragh Hill Road. Posizionata in un parco di 8 ettari, risale alla metà del 19° secolo.

L’agenzia immobiliare ce si occupa della vendita ha riferito che il costo dell’acquisto dovrebbe aggirarsi tra gli 850-900 mila euro.

La casa è sempre stata abitata dalla famiglia McCorkell – famosa per aver posseduto una linea navale nel 19° secolo – sin dalla costruzione nel 1845.

E’ la prima volta dalla sua costruzione che la villa viene messa in vendita.

La proprietà immobiliare – che comprende anche un’adiacente “Dairy House” (un piccolo caseificio) – è circondata da giardini che comprendono un laghetto per la pesca e un campo da tennis.

La casa comprende anche uno studio, una cantina per il vino, una sala per il biliardo ed un garage.

Sia la casa che la Dairy House sono edifici di interesse architettonico e storico.

Situata in una zona tranquilla, la casa venne costruita nel periodo dell’Arts and Crafts Movement, che fu un movimento internazionale di design originato in Irlanda prima di essere esportato in Irlanda.

Era il giugno 1972, dopo un’esplosione di violenza che causò centinaia di morti in tutto il Nordirlanda, che Aileen McCorkell – morta lo scorso Natale a 89 anni – acconsentì ad utilizzare la sua casa per i colloqui di pace colandestini tra il governo britannico ed i Provisional IRA.

Un tributo scritto sul “Daily Telegraph” dopo la sua morte diceva che “l’imparzialità ed il pragmatismo” di Lady McCorkell la portò ad acconsentire ai colloqui di pace nella sua casa di Ballyarnett.

“Dopo aver salutato i partecipanti, e portando loro una torta al cioccolato, la McCorkell lasciò soli i negoziatori”, rivela il rapporto.

La tregua che ne seguì fu breve e, un mese dopo, i membri del North Derry Pony Club, che tenevano il loro campo annuale nella tenuta McCorkell, si svegliarono trovando i soldati arrivati in gran segreto nel cuore della notte.

Fu l’avvio dell’Operazione Motorman e della “rioccupazione” delle No-Go areas.

Per il suo lavoro durante i Troubles – fondò il gruppo della Croce Rossa di Derry City nel 1962 – Lady McCorkell guadagnò, nel 1972, la Red Cross Badge of Honour for Distinguished Service. Nel 1975 fu nominata OBE.

Le sue esperienze nella Croce Rossa durante i Troubles furono descritte in un breve libro, “A Red Cross in My Pocket”, pubblicato nel 1992.

Suo marito, Michael McCorkell, fu nominato Lord Lieutenant of Londonderry nel 1975 e divenne Cavaliere nel 1994. Morì nel 2006.

Ai McCorkell sono sopravvissuti tre figli ed una figlia.