Riot a DerryIl gruppo Oglaigh na hEireann è stato accusato di aver orchestrato i disordini scoppiati nel Bogside sabato pomeriggio.

Fonti repubblicane nel Bogside affermano che un’unità di Oglaigh na hEireann (ONH) di Belfast è stata inviata a Derry per fomentare le violenze ed orchestrare i disordini.

Uomini a volto coperto con uno spiccato accento di Belfast sono stati visti nella zona di Rossville Street mentre consegnavano bottiglie molotov e guanti di lattice ai giovani di Derry.

Centinaia di molotov ed una petrol bomb sono state lanciate contro la polizia tra Rossville Street e Fahan Street durante i disordini – i peggiori visti in città negli ultimi anni.

Quattro veicoli sono stati sequestrati e dati alle fiamme nel Bogside e otto persone sono state arrestate dalla PSNI. Due uomini sono comparsi in tribunale ieri mattina con accuse legate ai disordini.

Fuzionari di polizia, politici, uomini di Chiesa e gruppi comunitari hanno accusato i repubblicani di aver orchestrato i riot.

Durante i disordini un’infermiera locale e sua figlia sono state tirate fuori dalla loro vettura vicino alla Cattedrale di Sant’Eugenio. Il veicolo è stato recuperato in seguito dagli attivisti locali.

Una pipe bomb è stata lanciata vicino ad una Land Rover della polizia.

Oglaigh na hEireann era accusata di aver incendiato alcune vetture durante le violenze scoppiate nel Bogside il 12 luglio scorso.

Residenti di Fahan Street, St Columb’s Well e Joseph Place, molti dei quali pensionati, affermano che la maggior parte dei rivoltosi erano adolescenti. E molti erano ubriachi.

La violenza è esplosa vicino al Free Derry Corner, dove il 32 County Sovereignty Movement stava compiendo un capo anti-internamento. I membri del 32CSM dovevano restare nell’area fino a domenica, ma sono andati via poco dopo lo scoppio degli incideti.