IRA are back!
Lo scorso fine settimana è comparso un graffito nel quartiere repubblicano del Bogside che sembra sostenere la neonata formazione armata.

Il graffito “IRA – Siamo tornati” è stato disegnato nella zona di Lecky Road e Westland Street, dopo l’annuncio della creazione di un nuovo gruppo armato – che si autodefinisce Irish Republican Army. Nel gruppo sono confluite la Real IRA, il Republican Action Against Drugs (RAAD) e il gruppo indipendente che avrebbe assassinato l’agente cattolico Ronan Kerr.

L’esistenza del nuovo gruppo è stata resa pubblica venerdì da una dichiarazione rilasciata dall’Army Council.

Il gruppo ha dichiarato che i le organizzazioni esistenti verranno smantellate e tutte le strutture entraranno nella nuova organizzazione, sotto il nome di IRA.

Nella sua dichiarazione, il nuovo gruppo ha detto che le attuali tre organizzazioni “si sono riunite in una struttura unita, sotto un’unica dirigenza asservita alla costituzione dell’Esercito repubblicano irlandese”.

Gli esperti di sicurezza hanno sostenuto che il nuovo gruppo ha diverse centinaia di membri. Non comprenderebbe, comunque, i membri della Continuity IRA.

Il gruppo ha detto che le persone sono state vendute ad una “falsa pace” e solo il ritoro dell’esercito inglese farebbe cessare “il bisogno” della lotta armata.

“È la Gran Bretagna e non l’IRA che ha scelto la provocazione e il conflitto. Il mandato alla lotta armata dell’IRA giunge dalla negazione britannica del diritto fondamentale del popolo irlandese all’autodeterminazione e alla sovranità nazionale.

“Finché la Gran Bretagna persiste nella sua negazione dei diritti nazionali e democratici in Irlanda l’IRA continuerà a far valere tali diritti”, ha detto il gruppo.

Nonostante l’apparizione del graffito a Derry, il nuovo gruppo non dovrebbe avere un ampio sostegno nelle aree nazionaliste e repubblicane. Alcuni commentatori hanno sostenuto che l’unione dei gruppi, sebbene aumenti le capacità dei repubblicani, sarebbe un segno di debolezza piuttosto che di forza, perché i gruppi esistenti sono messi sempre più sotto pressione da parte della PSNI.

I politici locali hanno condannato la formazione del nuovo gruppo e ha detto che non destabilizzerà il processo di pace.

Raymond McCartney, rappresentante dello Sinn Fein nella circoscrizione di Foyle, ha detto che il nuovo gruppo non ha il sostegno dell’opinione pubblica. “L’incontro di diversi gruppi armati non è sorprendente, data la natura litigiosa di coloro che sono dietro di tali raggruppamenti. In questi ultimi anni se ne sono andati, tornati, divisi e riformati in maniera continuativa.

“Quello che è molto chiaro da questa mossa è che è un’ulteriore prova della mancanza di strategia e le loro finalità sono chiare come il fango. Il RAAD, ad esempio, ha affermato di essere un gruppo anti-droga che adesso si è unito ad un gruppo più grande con altre finalità. Questo sembra avere a che fare più con l’ego e i feudi personali che con qualsiasi altra cosa.

“Non vuol dire che non possono essere pericolosi. In passatto hanno ucciso delle persone, la maggior parte delle queli provenienti dalla comunità nazionalista. Tuttavia, queste azioni non ci possono portare da nessuna parte. Tuttavia queste azioni non possono portarci da nessuna parte. Nel frattempo, mettono a repentaglio la vita e la libertà dei giovani, persone impressionabili, senza ottenere nulla. Non c’è il supporto della comunità per questi gruppi. Devono desistere, e hanno bisogno di rendersi conto che non possono raggiungere un’Irlanda unita in questo modo”.

Il leader dell’SDLP Alasdair McDonnell ha affermato: “Né questa cosiddetta nuova IRA, né la Continuity IRA o qualsiasi altra iterazione di repubblicani destabilizzeranno le strutture e le partnership che hanno sostenuto la relativa pace degli ultimi 14 anni Queste persone non hanno alcun mandato”.