Hugh Orde, capo polizia nordirlandeseMercoledì sera, a Derry, il capo della polizia nordirlandese Hugh Orde ha partecipato ad un incontro pubblico del Policing Board, l’organismo che dovrebbe sovrintendere ai compiti di sicurezza e polizia.

Prima dell’incontro i rappresentanti del 32 Csm hanno consegnato centinaia di volantini nelle abitazioni di Derry, per chiamare la gente alla protesta contro la riunione.

Nel volantino si leggevano le accuse del movimento contro la polizia e lo Sinn Fein. Il 32 Csm ha riferito che ai “repubblicani furono promesse responsabilità dai leader dello Sinn Fein in cambio del supporto alla Psni”, mentre invece da quando “lo Sinn Fein è entrato nei District Policing Partnership (commissioni locali che controllano le operazioni di polizia), non è stato in grado di fornire un solo esempio di essere tenuto in considerazione dalla polizia”.
Il dito viene puntato anche contro Martina Anderson, parlamentare shinner eletta a Derry. “Lei aveva detto No ai taser. Hugh Orde ha ignorato le sue parole” e i taser adesso sono in dotazione alla Psni.

La protesta è stata tenuta di fronte al Millennium Forum.

Durante il suo intervento Orde ha parlato di “giovani ragazzi vulnerabili trascinati all’interno dei gruppi repubblicani” e che, secondo le sue informazioni, “il reclutamento di nuove leve sta continuando”.

Per contrastare i repubblicani la polizia ha incrementato di oltre il 200% le azioni di controllo e perquisizione da parte degli agenti.
Nell’ultimo trimestre del 2008 per ben 2.488 volte i poliziotti hanno fermato e controllato persone ritenute sospette, con un incremento del 245% rispetto allo stesso periodo del 2007.

I repubblicani parlano di continue intimidazioni da parte della polizia mentre Orde difende l’operato della Psni osservando che, forse, “ci sarebbero state vittime durante gli ultimi 14 mesi in Irlanda del Nord se la polizia e l’MI5 (i servizi segreti inglesi) non avessero svolto questa attività”.

Quindi l’aumento di controlli è “un risultato diretto del tentativo di assassinare la gente da parte di piccoli gruppi di dissidenti repubblicani”.

Orde ha riferito, durante un’intervista concessa a U.Tv, che questi gruppi non hanno a disposizione un ampio arsenale ma “hanno accesso a piccole quantità di esplosivi, incluso il semtex”.

Per ora i repubblicani restano la maggior preoccupazione di Orde, mentre è scettico sulla possibilità che Uda e Uvf possano distruggere il proprio arsenale nei prossimi mesi.