Lealisti e polizia si fronteggiano a Belfast
Circa diecimila contestatori lealisti invaderanno le strade del centro di Belfast la prossima settimana.

Una grande parata avrà luogo sabato 21 settembre, organizzata da un gruppo che si chiama “Loyal Peaceful Protesters” (Contestatori Pacifici Lealisti, ndr).

La richiesta fatta alla Commissione Parate prevede la partecipazione di 20 bande musicali e 5.000 persone in marcia.

Gli organizzatori si aspettano la partecipazione di almeno 5.000 persone sulle strade percorse dalla parata.

Il percorso inizierà alla City Hall alle 14 e percorrerà Royal Avenue, North Street, Shankill Road e Woodvale Road.

La parata terminerà in Woodvale Parade, dove una parata degli Ordini Lealisti fu bloccata il 12 luglio, impedendo di marciare lungo Crumlin Road, verso gli Ardoyne Shops.

La decisione della polizia, in ottemperanza con la determinazione della Commissione Parate, provocò gravi disordini, con i lealisti che attaccarono i poliziotti.

La parata di settimana prossima si unirà alla marcia settimanale di protesta contro la decisione presa a luglio.

Lo scorso mese ci furono disordini anche nella zona di Royal Avenue, quando centinaia di lealisti lanciarono numerosi oggetti contro la PSNI.

Migliaia di contestatori si presentarono per protestare contro una parata anti-internamento indetta dai repubblicani che doveva attraversare il centro cittadino.

I lealisti attaccarono la polizia con fuochi d’artificio, pietre e altri oggetti causando il ferimento di dozzine di agenti PSNI.

IL presidente della Federazione della Polizia Terry Spence afferma che il sindacato, che raduna 7.000 agenti PSNI, è “molto preoccupato” per la prossima parata.

L’associazione dei commercianti (Northern Ireland Independent Retail Trade Association) fa appello alla calma.

La Commissione Parate prenderà una decisione riguardo alla parata dei Loyal Peaceful Protesters.