L’Orange Order ha accusato un forte calo di soci in un aumento della laicità dell’Irlanda del Nord

The Orange OrderIl Gran Segretario Drew Nelson ha detto che la forte etica cristiana dell’organizzazione tiene lontana la gente dall’iscriversi, in quanto la religione è divenuta meno importante per molti nella società.

Stava parlando dopo l’uscita di cifre non ufficiali che mostrano una drammatica diminuzione delle iscrizioni negli ultimi 60 anni – da circa 76.500 persone nel 1948 a 35.758 nel 2006, l’ultimo anno del quale sono disponibili i numeri.

Le cifre fluttuavano nei primi 30 anni, con il picco di 93,477 membri nel 1968, ma sono calate dai primi anni Settanta.

L’Order, che afferma di avere 100.000 membri sparsi nel mondo, riferisce di soffrire come parte di una tendenza comune a molte chieste in tutto il paese – i cui numeri di partecipanti diminuiscono mentre sempre più gente si allontana dalla religione.

Nelson parla di “numerose ragioni” per il declino, ma ricorda “che da tempo l’Irlanda del Nord sta diventando una società laica.

“Come organizzazione che incoraggia i membri a recarsi in chiesa, questo attrae sempre meno partecipanti”, ha aggiunto.

“Secondo, c’è l’intera etica dello stato in Irlanda del Nord – che sembra essere contro all’Orange Order“.

Ha puntato in dito sul fatto che gli appartenenti all’Orange Order assunti nella PSNI devono adesso notificare l’iscrizione ai loro superiori, aggiungendo che questo sta avendo un impatto negativo in quanto la gente sente di essere individuata e discriminata.

Nelson dice anche che ai giovani protestanti non viene insegnato lo stesso orgoglio e la fiducia nella loro comunità e nel bagaglio culturale come avviene per i giovani nazionalisti, e questo sta avendo un effetto deleterio alla loro autostima.

Con molti che si “sentono nervosi” nel mostrare all’esterno i simboli del loro bagaglio culturale e religioso, vengono allontanati da entrare in organizzazioni come l’Orange Order che esprime apertamente la sua etica protestante ed unionista.

La società in Irlanda del Nord sta “cambiando molto rapidamente”, prosegue, e “i valori tradizionali” vengono persi, ma mentre questo ha un impatto in alcune persone sta altresì attraendo altri individui che cercano tali valori nella società moderna.

“Perché così tanti giovani ancora entrano nell’organizzazione?”, ha chiesto Nelson. “Se guardaste un po’ più da vicino tra le comunità protestanti c’è una certa disaffezione.

“I giovani sentono il bisogno di entrare in una banda musicale o nell’Orange Order come attività legata alla ‘Britannicità’ e al Protestantesimo, e anche come reazione a ciò che sentono sia l’establishment in Irlanda del Nord contro di loro”.