Due uomini sono stati incarcerati per la loro parte nel contrabbando di armi destinate ai repubblicani, scoperto da un’operazione dell’MI5

Paul McCaughertyPaul McCaugherty, 43 anni di Lurgan, è stato dichiarato colpevole di aver tentato di importare armi ed esplosivi, ed è stato condannato a 20 anni.

Dermot Declan Gregory, di Crossmaglen, è stato riconosciuto colpevole di aver messo a disposizione una proprietà in Portogallo per finalità di terrorismo.

E’ stato condannato a quattro anni di carcere.

Durante il processo, terminato nel mese di giugno, l’accusa ha sostenuto che nel corso di una operazione di sicurezza dei servizi segreti durata due anni, tra agosto 2004 e giugno 2006, McCaugherty, che si fa chiamare “Tim”, aveva gestito denaro e negoziato accordi in tutta Europa.

Credeva che gli uomini incontrati potevano procurarsi armi ed esplosivi, ma erano in realtà agenti.

Imprigionando McCaugherty il giudice Hart, della Belfast Crown Court, ha detto che qualsiasi tentativo di acquistare e importare una grande quantità di armi “deve essere considerato di eccezionale gravità a causa del potenziale omicida e distruttivo su larga scala”.

McCaugherty non ha mostrato alcuna emozione al momento della sentenza.

Aveva proposto di pagare parte della spedizione di armi con a vendita di un ristorante in Portogallo, fornito da Gregory.

Il giudice Hart ha detto a Gregory, 42 anni, che “il denaro è la linfa vitale di qualsiasi organizzazione terroristica, e chi rende le proprietà disponibili ad una organizzazione terroristica aiuta ulteriormente i suoi obiettivi e la punizione deve riflettere questo”.