Peter Robinson dice che il suo partito non è pronto per un accordo sul trasferimento dei poteri su polizia in Irlanda del Nord

Il leader del Democratic Unionist Party ha riferito che il suo partito non può raggiungere un accordo per salvare il governo condiviso di Stormont.

Erano grandi le speranze per il raggiungimento, nel corso della giornata di oggi, di un accordo su polizia, giustizie e parate dopo il proseguimento dei colloqui.

In precedenza lo Sinn Fein riteneva l’accordo in dirittura d’arrivo ma dopo 4 ore di discussioni interne il leader del DUP ha riferito che il suo partito necessita di più tempo.

Ma mentre lasciava un incontro con il suo gruppo parlamentare Robinson ha affermato: “Il gruppo ha identificato, a causa dei negoziati non completati, alcune questioni da risolvere e cose di cui ha bisogno per essere soddisfatto”.

E’ l’ultimo ritardo nei colloqui che sono in corso da oltre una settimana a Hillsborough Castle, nella Contea di Down, nel tentativo di risolvere uno stallo nel trasferimento dei poteri di polizia e giustizia da Westminster a Stormont.

Robinson ha indicato che il suo partito vuol veder proseguire le istituzioni politiche decentrate.

Ha detto di voler incontrare in seguito i rappresentanti dei governi inglesi ed irlandesi, così come i membri degli altri partiti politici.

“Il processo è quello cui ci siamo impegnati come partito politico”, ha affermato.

Il primo ministro britannico Gordon Brown ed il Taoiseach irlandese Brian Cowen sono pronti a volare a Belfast per mostrare il loro sostegno qualora fosse raggiunto un accordo.

Video da Utv

[flv:/flv_video/ww_duppresseranddougal_01022010.flv 590 350]