Il Democratic Unionist Party ha annunciato la volontà di emanare una legge che dovrebbe modificare la definizione di “vittima”

Jeffrey DonaldsonIl partito ha dichiarato che il progetto di legge serve per assicurare che i responsabili delle violenze durante i Troubles non vengano definiti vittime.

Attualmente la definizione legale non distingue tra paramilitari, che sono stati uccisi o feriti, e le altre vittime.

Lo Sinn Fein aveva detto che non dovrebbe esistere alcuna “gerarchia tra le vittime”.

Lanciando una consultazione pubblica sulla proposta di legge, il parlamentare del DUP Jeffrey Donaldson ha dichiarato di avere, come obiettivo, il restringimento della definizione di vittima.

“Riguarda come affrontare il passato, e ciò che non siamo disposti a tollerare è una riscrittura dei Troubles in cui i colpevoli, chiunque essi siano, che hanno compiuto atti di terrorismo siano messi sullo stesso piano delle migliaia di persone uccise e mutilate.

“Voglio vedere il processo andare avanti e un Nordirlanda che si mette alle spalle il passato, ma nel cercare di affontare il passato, è importante comprendere chiaramente che c’erano delle irregolarità e queste vengono riconosciute”.

Le vittime sono definite in base al Victims and Survivors (Northern Ireland) Order 2006:

  • Qualcuno che è stato fisicamente o psicologicamente ferito come risultato di un incidente legato al conflitto
  • Chiunque fornisca una sostanziale quantità di cura su base regolare ad una persona che è stata fisicamente o psicologicamente ferito come risultato di un incidente legato al conflitto
  • Qualcuno che ha subito un lutto come risultato di un incidente legato al conflitto

Anche il nuovo forum delle vittime dovrebbe esaminare la definizione di vittima.