East Belfast: murales UVF

Il murales raffigurante la leggenda del calcio nordirlandese George Best è stato definitivamente sostituito da un paramilitare dell’UVF, dopo che il lavoro era stato bloccato per 15 giorni a causa delle lamentele della popolazione

A inizio settembre era emerso che il tributo a George Best a Inverwood Court a Sydenham stava per essere cancellato e sostituito dall’immagine di un paramilitare lealista.

Un uomo armato dell’UVF adesso è sul murales, insieme ad una citazione di Martin Luther King che recita: “La libertà non è mai concessa liberamente dall’oppressore, deve essere richiesta dagli oppressi”.

Il consigliere del PUP, braccio politico dell’Ulster Volunteer Force, John Kyle, si è detto “molto deluso” per lo sviluppo della situazione. Settimana scorsa aveva detto a UTV che la realizzazione del murales era stata sospesa perché c’erano discussioni in corso con i responsabili del progetto per apportare delle modifiche.

Tuttavia domenica è emerso che il murales era stato terminato.

Kyle ha detto: “Penso che sia una vergogna sostituire un murales di George Best con un bandito incappucciato. Non credo sia quello che vuole la comunità di East Belfast.

“Non credo rappresenti loro o il loro punto di vista. Vogliono guardare al futuro e crearlo positivo e prospero”.

Ha descritto il nuovo murales paramilitare come un “passo indietro”.

Il consigliere lealista ha detto di non essere in contatto con i responsabili del progetto, ma di aver notato sabato che il lavoro era stato concluso.

Ha aggiunto che il PUP aveva detto sin dall’inizio che la sostituzione del murales di George Best era “un passo indietro” e si sono opposti al progetto.

Il parlamentare dell’Alliance Party, Chris Little, ha detto che il nuovo murales riesce solamente a glorificare la violenza.

“È inaccettabile che un talento di classe mondiale come George Best sia stato sostituito da un paramilitare armato” ha affermato.

“I rappresentanti politici hanno giustamente condannato la glorificazione del terrorismo nelle ultime settimane, e noi dobbiamo restare uniti e chiari nel rifiuto di tutti i murales di questo tipo – se intendiamo costruire una società sicura e inclusiva per tutti”.

Ha aggiunto: ” Questo murales è contro i diritti civili e contro East Belfast. Dovrebbe essere rimpiazzato immediatamente”.

Il murales in onore di George Best fu realizzato tre anni come parte di un programma guidato dal Belfast City Council per contrastare il settarismo.

Domenica scorsa il parlamentare del DUP per East Belfast, Robin Newton, ha detto che l’ex murales era stato “pagato con denaro pubblico dei contribuenti di Belfast”.

“È quindi profondamente deludente che nel 50° anniversario della prima partita di George Best con il Manchester United questo segno di rispetto per le sue doti calcistiche sia stato cancellato. Tanto peggio che sia avvenuto nella parte di città che lui chiamava casa” ha aggiunto il politico.

All’inizio di questo mese il Consiglio aveva detto di non essere a conoscenza dei piani per la sostituzione del murales.

Un portavoce ha detto: “Nel 2010, il Belfast City Council , come parte del progetto Peace III «Affrontare le manifestazioni fisiche del settarismo», ha pagato 1.500 sterline per i materiali da utilizzare in un murales in memoria di George Best.

“Questo murales sostituiva un vecchio disegno dell’UVF e fu accolto positivamente dalla comunità.

“Non c’erano accordi in relazione alla concessione di fondi per il progetto originario, su quanto il murales doveva restare visibile.

“Il consiglio non era a conoscenza di piani per la sua sostituzione”.