easter rising 1916Nella storia travagliata d’Irlanda questa rivolta è una delle più importanti e maggiormente ricordate.

Molti irlandesi che nutrivano idee nazionalistiche partirono per i campi di battaglia d’Europa credendo che il loro sacrificio avrebbe garantito l’adozione dell’ Home Rule promessa dall’Inghilterra. L’ Home Rule Act era stato approvato immediatamente prima dell’inizio della guerra e in teoria sarebbe dovuto entrare in vigore dopo la sua fine. Tuttavia in Irlanda esisteva una minoranza di nazionalisti che non nutriva molta fiducia nei propositi dell’Inghilterra. Gli Irish Volunteers si divisero in due gruppi: quello che appoggiava John Redmond preferiva aspettare gli eventi, quello più radicale invece sosteneva una linea più rivoluzionaria.

Due piccoli gruppi, una parte degli Irish Volunteers guidati da Padraig Mac Piarse (lo trovate anche come Patrick Pearse) e l’Irish Citizen Army con a capo James Connolly, organizzarono una ribellione che colse di sorpresa il paese. Il lunedì dell’Angelo del 1916 marciarono su Dublino e si impossessarono di alcuni punti chiave della città. Il quartier generale fu stabilito nell’ufficio postale centrale di O’Connell Street : dai suoi scalini Piarse lesse ai perplessi passanti una dichiarazione che proclamava l’Irlanda una repubblica di cui il suo gruppo costituiva il governo provvisorio. Dopo meno di una settimana di combattimenti i ribelli si arresero di fronte alla superiorità delle forze britanniche. I ribelli non godevano di molta popolarità e mentre venivano condotti in prigione dovettero essere protetti dagli adirati abitanti di Dublino.

Il leader degli Irish Volunteers era Eoin MacNeill e l’insurrezione era stata progettata da Pearse e da altri senza che egli ne fosse a conoscenza. Scoperte le loro intenzioni all’ultimo momento, egli cercò di annullare la rivolta, così nel giorno previsto si presentarono ben pochi partecipanti. Sarebbero dovuti arrivare anche i Tedeschi con i sottomarini, ma questo non avvenne. In tal modo quella che avrebbe potuto rappresentare una vera minaccia per le autorità inglesi finì con un nulla di fatto. Molti dissero che Piarse sapeva di non avere possibilità di vittoria, ma pensava che il nobile gesto di pochi coraggiosi come un sacrificio di sangue avrebbe eccitato gli animi della nazione. Che la pensasse così o meno, il sacrificio di sangue si stava comunque preparando.

L’Insurrezione di Pasqua probabilmente avrebbe avuto poca importanza nella situazione irlandese se gli inglesi non avessero trasformato i leader della ribellione in martiri. Dei 77 condannati a morte 15 furono giustiziati: Pearse fu fucilato tre giorni dopo la resa; nove giorni dopo James Connolly fu l’ultimo a morire, fucilato su una sedia perché aveva una caviglia in cancrena che non gli permetteva di stare in piedi. Molti altri furono condannati a morte ma l’esecuzione venne sospesa. Questi morti provocarono un grande cambiamento nei confronti dei repubblicani che a partire da allora ottennero consensi sempre maggiori.

La contessa Markievicz fu una delle persone risparmiate, perché era un donna e da poco l’opinione pubblica britannica era indignata per l’esecuzione dell’infermiera Edith Cavell, uccisa dai tedeschi in Belgio. La contessa fu anche la prima donna ad essere letta nel Parlamento inglese (prima di Nancy Astor), ma rifiutò la carica. La condanna a morte di Eamon de Valera fu invece trasformata in ergastolo a causa della sua cittadinanza americana.

Nelle elezioni generali del 1918 i repubblicani si presentarono sotto il vessillo del Sinn Féin ed ottennero una grande maggioranza nei seggi irlandesi. Ignorando il Parlamento di Londra, dove in teoria si sarebbero dovuti insediare, i nuovi deputati del Sinn Féin, molti dei quali erano veterani dell’Insurrezione del 1916, dichiararono l’indipendenza dell’Irlanda e formarono il primo Dáil éireann (Assemblea Irlandese o Camera Bassa) con sede alla Mansion House di Dublino sotto la guida di Eamon de Valera. Se l’Irlanda aveva dichiarato la propria indipendenza, l’Inghilterra però non l’aveva affatto concessa e lo scontro era imminente.

Approfondimenti su Internet

Esposizione online della mostra inaugurata nel 2006 alla National Library of Ireland

Indice mostra
Documenti in formato pdf da scaricare

Altri siti

Easter 1916
BBC History – 1916 Easter Rising
Wikipedia: Easter Rising (english version)
Wikipedia: Sollevazione di Pasqua (in italiano)