Castello di Stormont - Stormont CastleUna bozza di legge collegata al trasferimento di poteri sulla sicurezza e la giustizia a Stormont dovrebbe essere discussa oggi dall’Esecutivo nordirlandese.

Si è appreso che la proposta è all’ordine del giorno di un incontro di ministri all’Assemblea.

Il primo ministro Peter Robinson era attesa ad un chiarimento per una discussione del documento il 9 luglio e fu criticato dallo Sinn Fein per il ritardo.

Ma Robinson disse di voler fornire ai ministri il tempo sufficiente per studiare la proposta di legge.

I ministri si incontreranno oggi nel Castello di Stormont e discuteranno dei temi in agenda, che dovrebbero segnare un altro passo in avanti nel completamento del processo di trasferimento dei poteri da Westminster a Stormont.

I dirigenti del DUP e dello Sinn Fein devono ancora accordarsi sulla data entro la quale insediare il nuovo ministero della Giustizia nell’Assemblea, ma ci sono speculazioni secondo cui la mossa sarà completata entro la fine di quest’anno.

Nel frattempo si dice che il ministero potrebbe trovare posto nel blocco di uffici dove fu negoziato il Good Friday Agreement del 1998.

Il 16 luglio la devolution dei poteri a Stormont ha fatto segnare un passo in avanti quando il primo ministro (Gordon Brown, NdT) ha convenuto alla ricerca di un adeguato finanziamento.

Downing Street, il Tesoro e l’Esecutivo nordirlandese stanno esaminando tutte le possibili fonti di finanziamento, durante i mesi estivi, con lo scopo di racimolare il pacchetto monetario entro settembre.

Il processo è stato rivelato durante i colloqui tra Gordon Brown, Peter Robinson e Martin McGuinness al 10 di Downing Street.

L’Ulster Unionist Party ha chiesto, nel frattempo, se le strutture politiche dell’Assemblea sono abbastanza solide per prendersi in carico la patata bollente della questione sicurezza.

Ma gli altri partiti hanno affermato che la mossa aiuterebbe i politici locali ad adattare il sistema giudiziale per incontrare i bisogni della comunità nordirlandese.

Lo scorso novembre il DUP e lo Sinn Fein hanno accettato al procedimento che porterà al trasferimento dei poteri.

L’accordo faceva terminare cinque mesi di stallo che avevano paralizzato gli incontri dell’Esecutivo nordirlandese.

L’accordo non include una data per l’ultimazione del processo ma, secondo le voci circolanti, potrebbe concludersi entro l’autunno.

Le dirigenze di Sinn Fein e DUP hanno convenuto di non prendere il ministero della Giustizia quando verrà creato, lasciando l’Alliance Party come favorito ad occupare il posto.

Il DUP affermò di accettare il trasferimento dei poteri solo quando le condizioni erano giuste ed era garantita – ed accettata – un’idonea copertura finanziaria.