Le famiglie della Bloody Sunday sedevano a pochi passi di distanza da un ex paracadutista che guidò le truppe colpevoli di avere assassinato i loro cari, durante il dibattito a Westminster sul Rapporto Saville

Bloody SundayDue ex paracadutisti presenti a Derry durante la Bloody Sunday erano nei posti assegnati al pubblico a Westminster durante in dibattito di mercoledì sul rapporto redatto da Lord Saville, secondo quanto riportato dai parenti delle vittime.

John Kelly, il cui fratello Michael fu tra le quattordici vittime assassinate il 30 gennaio 1972, afferma che l’ex paracadutista, conosciuto dalla Bloody Sunday Inquiry come il “Soldato O”, ed il maggiore Edward Loden hanno assistito al dibattito dalla galleria riservata al pubblico, a pochi metri dalle famiglie delle vittime.
L’uomo di è detto scioccato dalla presenza degli ex paracadutisti.

“Eravamo nella galleria per il pubblico per il dibattito e abbiamo visto i due ex parà, il Soldato O ed il maggiore Ted Lord. Il maggiore Loden stava prendendo appunti e alla fine mi ha fatto un cenno”, afferma.

Kelly ritiene “molto positivo” il dibattito e ha aggiunto di essere rimasto sorpreso dal linguaggio utilizzato da alcuni parlamentari.

“Penso che il dibattito nel complesso sia stato molto positivo. Anche i parlamentari Tory, alcuni con esperienza militare alle spalle, hanno detto di aver accettato la versione degli eveti determinata da Saville. Hanno accettato che il governo abbia porto le proprie scuse e abbia preso la responsabilità (per le morti) e alcuni hanno detto di appoggiare la richiesta di agireire penalmente. Uno ha bollato le azioni dei paracadutisti come una completa disgrazia. Sono stato sorpreso di sentire quel tipo di linguaggio usato dai tories“, afferma.

Cancellare onorificenza

Durante il dibattito, il parlamentare di Foyle Mark Durkan (SDLP), ha detto che lo Stato britannico organizzò una campagna di “bugie erette sui trampoli” nel periodo seguente al massacro.

Ha anche chiesto il ritiro dell’OBE (Order of the British Empire – Ordine dell’Impero Britannico) assegnato al comandante dei paracadutisti, il colonnello Derek Wilson – duramente criticato nel rapporto Saville.

“Un anno dopo gli omicidi, il colonnello WIlford del 1° Reggimento Paracadutisti ricevette l’OBE. Era la ricompensa per l’omicidio, l’ingiustizia e le bugie. So che esiste l’Honours Forfeiture Committee (Comitato per il Ritiro delle Onorificenze). Sta analizzando l’onorificenza che gli è stata concessa? E’ divenuto un grande insulto non solo per la popolazione di Derry ma di tutta l’Irlanda, perché vedono questa onoreficenza come un premio per quanto avvenuto durante la Bloody Sunday – per l’ingiustizia e gli omicidi di quel giorno e per le menzogne architettate e propagate in seguito. Cosa si sta facendo a tale proposito?”, chiede Durkan.