L’ottantunenne madre dei due volontari IRA assassinati dalla SAS ha accusato il gruppo Republican Action Against Drugs (RAAD) di “mancare di rispetto” alla sua famiglia

RAAD | Republican Action Against DrugsPatsy Devine ha fatto il commento dopo i numerosi attacchi con pipe bomb contro la sua abitazione avvenuti lo scorso anno, dichiarando responsabile il gruppo RAAD.

La pensionata, i cui figli Michael e David furono uccisi dalla SAS nel 1985, afferma anche che il RAAD ha respinto le richieste di un incontro con la sua famiglia per parlare degli attacchi.

Le sue affermazioni giungono dopo la richiesta al RAAD da parte del parlamentare dello SInn Fein per West Tyrone, Pat Doherty, di smettere di utilizzare la parola “repubblicano”.

La signora Devine ha riferito: “Hanno dimostrato verso di noi una completa mancanza di rispetto. Abbiamo agito attraverso intermediari per ottenere un incontro con il RAAD per sapere il motivo degli attacchi contro la nostra famiglia, ma hanno declinato il nostro invito. Quando siamo riusciti ad ottenere un incontro, abbiamo ricevuto una telefonata un’ora prima della scadenza dell’ultimatum nella quale il RAAD affermava di non volerci incontrare.

Ha proseguito affermando di non aver mai ricevuto spiegazioni per gli attacchi contro la loro abitazione. “Nessuno è mai venuto a dirci il motivo per cui ci attaccano. Penso sia una rmancanza di rispetto e concordo con Pat Doherty quando dice che stanno rovinando il nome del repubblicanese. Non hanno rispetto per le famiglie repubblicane e per i repubblicani morti”, ha affermato.

La pensionata ha anche riferito che la famiglia nel corso degli anni ha subito fotografia. “Da quando Michael e David furono assassinati abiamo sempre subito molestie. Non avrei mai pensato che a questo punto avremmo dovuto affrontare grupi che si fanno chiamare repubblicano”. ha affermato.