La compagna di Lillis, gravementre malato e detenuto a Maghaberry, afferma che proseguirà lo sciopero della fame fino al rilascio del prigioniero repubblicano

Release Brendan LillisVenerdì, il primo giorno della protesta di Roisin Allsopp, il ministro della GIustizia ha annunciato che non permetterà a Lillis di uscire dalla prigione di Maghaberry.

Il cinquantanovenne soffre di spondilite anchilosante e si trova nell’ala ospedaliera della prigione da quasi 600 giorni.

“Non sono sorpresa dalla reazione di David Ford, ma da un punto di vista umanitario dovrebbe prendere una posizione su questo”, afferma la Allsopp.

“Ma c’è un sacco di scarica barile da organizzazione a organizzazione.”

Lillis è in carcere perché la sua licenza di rilascio è stata revocata due anni fa, quando fu nuovamente arrestato in relazione ad un sequestro di persona, ma le autorità dicono che è incapace a sostenere un processo.

L’uomo di West Belfast è stato precedentemente dietro le sbarre nel 1970 per possesso di esplosivi.

Jennifer McCann, parlamentare Sinn Fein, ha visitato Lillis in carcere per comunicargli decisione di David Ford.

“Abbiamo dato a Brendan la notizia ed era molto triste e molto deluso. Ha compreso che stiamo facendo tutto il possibile e stiamo cercando di tenerlo di buon umore”, ha detto.

“Brendan Lillis è costretto a letto e in un dolore estremo. Sono molto deluso dal fatto che il ministro abbia affermato che non ci sarà il rilascio di questo uomo”.

Al ministero della Giustizia affermano che il caso di Brendan Lillis è ancora all’esame della Commissione per il RIlascio.

La Allsopp detto che la sua posizione non cambierà fino a quando il suo compagno non verrà rilasciato.

“Se la Commissione seguirà la decisione del ministro della Giustizia, sono assolutamente pronta a continuare la protesta, ma attualmente sono in fase di discussione.

“Io non mi arrendo”.