Free Marian Price
Nel 1998 qui nel Nord ci promisero “un nuovo inizio”. L’Accordo del Venerdì Santo votato dalla popolazione avrebbe dovuto portare quel “nuovo inizio”. L’accordo promettema “misure compatibili con una normale società pacifica” e un’era in cui giustizia sarebbe stata fatta.

Quasi 15 anni dopo la sigla dell’Accordo del Venerdì Santo Marian Price McGlinchey è vittima di un internamento amministrativo. A Marian fu rilasciata con la condizionale dai tribunali ma mandata in prigione per il capriccio del Segretario di Stato britannico, secondo cui Marian infranse i termi della licenza in base alla quale fu rilasciata nel 1980. Tale licenza venne sorpassata dalla concessione della grazia reale che Marian ricevette poco dopo il suo rilascio.

Quando è stato sollevato questo punto, le autorità hanno affermato che il documento era stato perso o distrutto nel 2010. Sorprendentemente, il governo britannico afferma di conoscere il contenuto della grazia perduta anche se non è ancora riuscita a fornire le prove per sostenere tali affermazioni. Così come possono le autorità prendere una decisione basandosi sul contenuto di un documento che non hanno visto? Stranamente negli arcihivi britannici sono conservate alcune copie della Magha Carta del 13° secolo, ma noi dovremmo credere che una grazia reale emessa nel 1980 è stata persa e non è stata trovata alcuna copia. Questa è l’unica grazia della storia della monarchia britannica ed essere perduta.

Dal suo arresto nel maggio 2011, Marian è stata trattenuta in isolamento e per questo è gravemente malata. Sembra che l’Assemblea Nordirlandese stia cospirando insieme al governo britannico per internare Marian e altri repubblicani utilizzando metodi contrari alla Convenzione Europea sui Diritti Umani. L’Accordo del Venerdì Santo doveva instillare la speranza di una “normale società pacifica” e qualunche persona ragionevole può certamente essere d’accordo che l’internamento non ha modo di esistere in una “normale società pacifica”, o in qualunque società affermi di promuovere la democrazia.

In chiusura, vogliamo portare all’attenzione degli eletti a cariche pubbliche le commoventi parole dell’autore americano Mark Twain: “Il governo è solamente un servo, solamente un servo temporaneo”.