Uno degli uomini accusati accusati di aver cercato di uccidere un poliziotto nella Contea di Fermanagh era appena stato lasciato a casa dalla Riserva dell’esercito irlandese

Gerard McManusGerard James McManus, 26 anni da Fern Hill a Letterkenny, Contea di Donegal, è comparso in tribunale mercoledì, accusato di tentativo di omicidio di un apprendista poliziotto.

McManus avrebbe scaricato la sua arma mentre fuggiva dalla casa del poliziotto nel villaggio di confine di Garrison, Contea di Fermanagh, quando sono arrivati i poliziotti in abiti civili.

Un portavoce delle forze di difesa irlandesi ha dichiarato che Gerard McManus aveva aderito all’Irish Reserve Defence Force nel 2000, ed è stato membro dell’unità Carndonagh nella Contea di Donegal.

McManus non si era presentato per compiti di parata e non aveva preso parte ad alcun corso di formazione per gli ultimi due anni, ha affermato.

Il processo per il licenziamento di McManus si è concluso martedì.

McManus è apparso in tribunale insieme al suo co-imputato, Kevin Barry Nolan, 32 anni.

Insieme all’accusa di tentato omicidio per McManus e Nolan, da Main Street a Black Lion, Contea di Cavan, devono rispondere di possesso di un’arma e munizioni con l’intento di mettere in pericolo la vita.

Resistenza all’arresto

McManus viene accusato di aver utilizzato un’arma da fuoco per resistere all’arresto.

Il sergente di polizia Ronnie Gibson ha detto al giudice distrettuale Bernie Kelly che poteva collegare entrambi gli uomini a tutte le accuse.

Entrambi sono stati rimandati in custodia cautelare e compariranno via teleconferenza presso la Enniskillen Magistrates Court il prossimo mese.

Un’ora dopo il presunto tentativo di omicidio in Garrison, un’autobomba da 180 chilogrammi è stata abbandonata presso la sede del Northern Ireland Policing Board a Belfast.

Ma l’esplosivo non è detonato.

Entrambi gli incidenti sono stati attribuiti ai repubblicani contrari al processo di pace.