Gerry Kelly | © Pacemaker

Il materiale elettorale pubblicato da Gerry Kelly dello Sinn Féin è stato definito “settario” dai suoi avversari politici

Sul volantino sono presenti i numeri relativi alla religione professata, provenienti dal censimento del 2011, in cui si evidenzia che a North Belfast i cattolici sono il 46,9% contro il 45,67% di protestanti.

“Compi il cambiamento, fai la storia”, si legge.

Nigel Dodds, falco unionista del DUP che è in lizza per il seggio di North Belfast, ha affermato: “Pubblicamente lo Sinn Féin parla di combattere il settarismo, ma poi produce volantini in cui fa una conta settaria delle persone di North Belfast”.

Tom Elliott dell’UUP rincara la dose: “Nella loro corsa a capofitto per cercare di conquistare il seggio di North Belfast a Westminster, hanno resuscitato il minimo comune denominatore: il settarismo”.

Nuala McAllister, di Alliance Party, ha spiegato: “Questo non è altro che appiattire l’elezione ad una mera conta settaria piuttosto che parlare dei problemi”.

Gerry Kelly ha difeso il volantino dicendo che riflette i numeri ufficiali provenienti dal censimento e “offre un’avvincente prova del significativo cambiamento demografico”.

Gli altri candidati che concorrono al seggio di North Belfast per le elezioni di Westminster sono Alban Maginness (SDLP), Jason O’Neill (Alliance Party), Gemma Weir (Worker’s Party) e Fra Hughes, indipendente.

Le elezioni per i seggi di Westminster si terranno giovedì 7 maggio 2015.