di René Querin

Picchetto per Padraic Wilson | © Andrea Aska Varacalli
Gerry Kelly ha guidato centinaia di sostenitori dello Sinn Fein fino al quartier generale della PSNI in Kock Road a Belfast.

Subito dopo il fermo di Padraic Wilson in collegamento con il brutale assassinio di Robert McCartney avvenuto nel 2005, lo Sinn Fein ha avviato una campagna per chiederne l’immediato rilascio.

L’arresto di Wilson sarebbe “motivato politicamente”, secondo lo Sinn Fein.

Il giudice che ha rimandato in custodia cautelare Padraic Wilson ha confermato le accuse di appartenenza all’Irish Republican Army. L’uomo si sarebbe incontrato almeno due volte con le sorelle di Robert McCartney, presentandosi come un membro dell’Army Council dell’IRA.

Robert McCartney venne ucciso all’esterno del Magennis’s Pub, nel quartiere repubblicano di Market a Belfast.

Nel pub, al momento della mortale aggressione, erano presenti molti membri dell’IRA e dello Sinn Fein.

Nessuno è mai stato condannato per l’omicidio.

Sdegnato il commento di Tom Elliott, UUP: “È vergognoso”, dice riferendosi al picchetto. “Sembra che vogliano giustizia solo quando fa comodo a loro”, conclude il leader unionista.