Jim McDowell, Sunday WorldUno dei più importanti giornalisti investigativi del Nord è stato picchiato in centro a Belfast.

Jim McDowell, 60 anni, redattore del quotidiano dublinese Sunday World, è stato colpito a calci e pugni da quattro uomini mentre si trovava a poca distanza dalla City Hall.

E’ stato ferito alla testa, alle braccia ed alle gambe.

L’aggressione è avvenuta dopo sole due settimane dalla violenza contro la sua autovettura parcheggiata fuori dal tribunale di Craigavon, dove era andato ad ascoltare le deposizioni di alcuni uomini accusati per la morte di uno dei suoi colleghi giornalisti, Martin O’Hagan, ucciso dai paramilitari lealisti con un colpo di pistola a Lurgan, nel settembre 2001.

McDowell stava visitando il mercatino di Natale di Belfast nei terreni della City Hall quando è stato colpito e gettato a terra. Prima aveva partecipato ad un ricevimento speciale per James Kelly, giornalista dell’Irish News.

Jim McDowell era già stato minacciato alcune volte sia dai lealisti che dai repubblicani e stasera ha accusato gli spacciatori di droga per il suo pestaggio.

McDowell ha domandato: “Cosa ci dice sulla libertà di espressione e sulla libertà di stampa?”