Anthony McIntyre - Ed Moloney
Gli sforzi del governo britannico di ottenere i nastri delle interviste degli ex membri dell’IRA concesse al Boston College dieci anni fa, hanno subito un’accelerata.

Un giudice federale ha respinto le mozioni dell’università americana e dei ricercatori coinvolti nel progetto.

Tra le interviste ricercate c’è quella all’ex prigioniera repubblicana Dolours Price che, secondo un quotidiano, avrebbe implicato Gerry Adams nella sparizione della madre di 10 figli Jean McConville, avvenuta a Belfast nel 1972.

Il giudice distrettuale William Young ha deciso che l’università non dovrà consegnare i nastri alle università statunitensi.

Infatti ha stabilito che l’università dovrà consegnare elle sue mani, entro il 21 dicembre, tutti i materiali archiviati, affinché possa analizzarli prima di emettere il verdetto finale.

In aggiunta, il giudice Young ha detto che la data del 21 dicembre permette al Boston College di “presentare una richiesta alla Corte di Appello”, aprendo alla possibilità che il contenzioso legale possa continuare per ancora molte settimane.

Esprimendo il proprio disappunto per la decisione del giudice in un articolo online, il giornalista irlandese Ed Moloney, il supervisore del progetto, ha detto che lui ed i suoi colleghi ricercatori attendono “con fiducia l’accoglimento dell’invito del giudice all’università di presentare un appello”. L’archivio di storia orale del Boston College, ufficialmente denominato Progetto Belfast, include dozzine di interviste con paramilitari lealisti e repubblicani.

Le interviste ai repubblicani furono condotte dall’ex prigioniero dell’IRA e giornalista Anthony McIntyre.

Secondo Moloney, McIntyre ed il Boston College, gli intervistati hanno raccontato le loro storie dopo aver ricevuto l’assicurazione che sarebbero state pubblicate solo dopo la loro morte.

Ad oggi solo due interviste – con l’ex membro IRA Brendan Hughes e con l’ex membro UVF David Ervine – sono state pubblicate.

Le interviste hanno formato l’ossatura del libro di Ed Moloney, pubblicato nel 2010, Voices From The Grave.

Entrambi gli uomini sono deceduti.

La disputa sui nestri è iniziata lo scorso maggio, quando il Dipartimento di Giustizia americano, agendo per conto del governo britannico, chiese i nastri all’università. Quando il caso finì sui mezzi di comunicazione, venne riportato che tutti i nastri – sia lealisti che repubblicani – sarebbero stati analizzati.

In seguito emerse che solo i nastri riguardanti 26 membri dell’IRA venivano cercati, e più specificamente quelli riguardanti il sequestro e l’omicidio di Jean McConville.

La donna era uno dei Disappeared (gli Scomparsi, Ndt) ed il suo corpo venne recuperato sepolto alla spiaggia di Shelling Hill, nella Contea di Louth, nel 2003.

Il fatto che nessun nastro dei paramilitari lealisti venisse richiesto, aggiunto al fatto che anche Hughes avesse parlato dell’autorizzazione di Gerry Adams all’omicidio McConville, ha portato critiche perché il caso veniva interpretato come motivato politicamente e destinato solo a mettere in impaccio il presidente dello Sinn Fein.