I membri del gruppo anti-islamico che ha iniziato a pattugliare le strade di alcune cittadine irlandesi dicono di non essere criminali, ma si difenderanno se sarà necessario.

I Soldati di Odino (Soldiers of Odin, SoO) sono stati costituiti lo scorso ottobre in Finlandia, per la creazione di pattuglie stradali che dovrebbero proteggere le persone, in particolare le donne, dagli attacchi degli immigrati.

Il loro fondatore, Mika Ranta, è un neonazista reo confesso con una condanna per un’aggressione a sfondo razziale.

Un ramo irlandese del gruppo è stato istituito quest’anno ed è guidato da un portoghese che vive a Carlow. I Soldiers of Odin hanno pubblicato le immagini delle loro ronde a Dublino, Wexford, Laois e Kilkenny.

IL gruppo si è scattato fotografie mentre effettuano le ronde, dando la schiena alla macchina fotografica per non mostrare le proprie facce. Si vedono una decina di persone e molti di loro sembrano essere immigrati.

Sembrano anche confusi sulle posizioni da tenere riguardo molte questioni, contraddicendosi continuamente.

Mentre scrivendo online si vantano di essere “pronti a scontrarsi” con i gruppi anti-razzisti, hanno detto a Sunday World di essere non violenti. Dicono di voler proteggere le donne dalle aggressioni sessuali, ma uno dei principali membri dei Soldiers of Odin ha scritto online di sperare che una donna e la sua famiglia subiscano violenza sessuale di gruppo.

Non hanno una linea chiara neppure sugli omosessuali. Lo scorso fine settimana hanno assistito al Gay Pride per impedire a chiunque di attaccare i partecipanti, ma settimane prima hanno attaccato degli omosessuali con gravi commenti online.

Un portavoce dei Soldiers of Odin in Irlanda ha riferito al Sunday World che l’obiettivo del gruppo è quello di “evidenziare i mali dell’Islam e avviare il dibattito su come i seguaci dell’Islam ci chiedono di rispettare e conformarci ai loro modi”.

Ha detto che il gruppo è non violento, ma ha aggiunto: “Noi ci difenderemo, se necessario”.

Alla domanda sul perché i membri del gruppo non siano disposti a rivelare la propria identità, ha detto: “La gente dà immediatamente per scontato che tu sia una specie di delinquente. Questo però è distante dalla verità. Anche i media ci ritraggono nello stesso modo. Questo può portare a problemi al lavoro e nella vita quotidiana”.

Ha rivelato che il gruppo è composto da persone di differenti nazionalità e religioni, ma ha confermato che non vi sono neri tra gli iscritti.

Alla domanda sullo scopo delle ronde, ha risposto: “Le ronde sono effettuate se ci vengono comunicati problemi in particolari aree”.

A seguito di una recente visita dei Soldiers of Odin a Monasterevin, nella contea di Laois, un altro gruppo chiamato Anti-Fascist Action (Azione Antifascista) ha visitato la città per distribuire volantini che descrivono i SoO come “teppisti violenti di estrema destra”.

Un portavoce del gruppo anti-fascista ha dichiarato: “Non possiamo permettere che teppisti razzisti creino divisioni nelle nostre comunità, o attacchino le persone a causa della loro nazionalità, colore o religione”.

Shane O’Curry, direttore dell’European Network Against Racism (Rete europea contro il razzismo), ha descritto i Soldiers of Odin come un “gruppo molto marginale di individui tristi che cercano di darsi importanza”.

Ha aggiunto di non essere sorpreso dal fatto che occultino la loro identità.

“È in linea con il loro livello di impegno. Sono vigliacchi. Sono davvero dei pagliacci”.

Dopo non essere stato in grado di spiegare molte delle contraddizioni del gruppo, il portavoce dei Soldiers of Odin ha concluso la conversazione con un laconico “Non contattarci di nuovo”.

Soldiers of Odin | Soldati di Odino