Orange Order: protesta a DrumcreeGli orangisti di Portadown che avrebbero infranto la decisione della Commissione Parate lo scorso mercoledì potrebbero finire in tribunale.

Secondo i residenti nazionalisti, circa 30 orangisti si sono diretti verso la zona di Ballyoran, dopo che la PSNI non è riuscita a gestire la protesta eseguita due volte alla settimana.

Gli orangisti hanno vigorosamente negato di aver violato la decisione della Commissione Parate determinazione quando sono andati oltre il punto di arresto alla fine di Drumcree Hill.

Tuttavia, in una dichiarazione, la Garvaghy Road Residents Coalition (GRRC) ha chiesto di perseguire gli orangisti. Hanno detto: “La PSNI era a conoscenza della marcia di protesta orangista e ha deliberatamente scelto di ignorarla; sia la PSNI che l’Orange Order speravano di attirare i residenti nazionalisti nel confronto fisico. Ci devono essere procedimenti penali come è avvenuto nel corso di un recente sfilata nazionalista a Lurgan”.

La polizia, pesantemente criticata da entrambe le parti per la mancata presenza alla protesta, ha confermato di aver avviato un’inchiesta completa.

Il comandante d’area della PSNI, Anthony McNally, ha dichiarato: “Stiamo lavorando per stabilire se la determinazione della Commissione Parate è stata infranta e faccio appello a chiunque fosse presente nella zona mercoledì sera a contattarci in modo da poter andare avanti con ulteriori indagini. Eravamo in zona mercoledì e abbiamo parlato con gli organizzatori della parata e gli abbiamo fatto sapere delle nostre intenzioni di indagare a fondo questo incidente.

“Non c’è dubbio che questa sia una questione emotiva a Portadown e la comunità può stare certa che faremo del nostro meglio per portare in tribunale chi ha infranto la legge. Purtroppo eravamo in ritardo a monitorare alla parata, ma ognuno ha la responsabilità di rispettare la legge e chi infrange la legge deve essere ritenuto responsabile”.

I residenti sostengono che la “parata di protesta” ha è passata oltre il Drumcree Bridge fino al confine con Ballyoran a Drumcree Road. Hanno detto che la polizia non è arrivata fino a quando non gli hano telefonato. Un abitante afferma: “Ci siamo spaventati quando abbiamo visto la parata di circa 30 uomini con la Sash arancione”.

Tuttavia, in un’intervista esclusiva con il Portadown Times, un funzionario distrettuale Portadown ha insistito che la decisione della Commissione non è stata violata. Afferma: “Quando siamo arrivati al ponte erano circa le 19:40; siamo rimasti sorpresi che non ci fosse alcuna presenza di polizia. Non avevamo alcuna intenzione di infrangere la legge. Alcuni membri si sono diretti verso Drumcree Road per vedere se c’era qualche segno della polizia.

“Una macchina della polizia alla fine è apparsa, ma se n’è andata subito. Non siamo andati vicino a Ballyoran, ci siamo girati e tornati verso la collina, quando finalmente è arrivata la polizia e gli abbiamo riferito di essere perplessi per l’assenza nel tempo stabilito. Sapevano che la protesta stava avvenendo, erano stati pienamente informati da noi e dalla Commissione Parate”.

Il Maestro Distrettuale di Portadown, Darryl Hewitt, non era alla protesta mercoledì perché fuori dal Paese per qualche giorno. Aveva lasciato ai suoi colleghi l’organizzazione dell’evento, il secondo della serie di parate del mercoledì sera.

Breandán Mac Cionnaith, funzionario del GRRC, ha affermato che la “parata” è andato al confine di Ballyoran prima di tornare indietro, aggiungendo che la PSNI “aveva deliberatamente ignorato la protesta, con il risultato che circa 30 membri della Portadown LOL n° 1 sono stati in grado di andare avanti, bloccando il traffico”.

Paul Duffy, consigliere dello Sinn Fein, ha sostenuto che gli orangisti hanno deliberatamente violato la legge “tentando questa parata illegale e solo quando la PSNI è arrivata, mentre si avvicinavano al quartiere di Ballyoran, hanno deciso di tornare indietro”. Ha aggiunto che da quando il Maestro di Distretto (Darryl Hewitt) ha assunto l’incarico, “i nazionalisti non hanno visto altro che provocazione, intimidazione e aumento deliberato di tensione”.

Tuttavia, il parlamentare per Upper Bann David Simpson ha descritto l’incidente come “ulteriore prova del continuo fallimento della Commissione Parate nel conoscere la controversia e la necessità di una risoluzione a lungo termine”.

Ha aggiunto: “Solo questa settimana ho nuovamente scritto alla Commissione Parate ripetendo la necessità di assolvere finalmente alle sue responsabilità, contribuendo a mettere in atto un processo di partecipazione – qualcosa che non è assolutamente riuscito a fare finora. Per quanto riguarda le voci di «collusione», non c’è dubbio che la esista. Ma è la collusione in corso tra la Commissione e la GRRC, in cui la Commissione agisce come garante della GRRC”.

Il parlamentare John O’Dowd ha insistito sul fatto che la polizia non ha realmente bisogno di essere presente “per queste proteste inutili”. Ha aggiunto: “L’Orange Order conosce la legge, e non dovrebbe andare oltre il punto deciso dalla Commissione Parate. Le risorse della PSNI sono stiracchiate e hanno di meglio da fare nella zona – come la lotta alla criminalità – piuttosto che restare alla fine di Drumcree Hill per bloccare una parata illegale”.

La polemica arriva una settimana dopo l’incontro privato tra Darryl Hewitt e Pete Osborne, realizzato nel tentativo di impostare il tanto atteso faccia a faccia tra il Distretto di Portadown e la Garvaghy Road Residents Coalition per cercare di impostare i colloqui tanto attesi faccia a faccia tra Portadown ed il GRRC.

Mac Cionnaith ha aggiunto: “L’azione di certo non aiuterà gli sforzi. Ma noi non smetteremo di parlare”.