Murales Orange Order
Il prossimo lunedi di Pasqua gli Apprentice Boys ancora una volta terranno la loro marcia indesiderata, trionfalistica e settaria attraverso Ardoyne, Mountainview e The Dales contro la volontà della stragrande maggioranza dei residenti che restano contrari a tali espressioni palesi di settarismo nella loro zona. L’autorizzazione per questa parata è stata concessa dalla screditata Commissione Parate nonostante il continuo rifiuto degli Apprentice Boys di parlare con i gruppi locali dei residenti. Questo nonostante la Commissione Parate abbia una presunta posizione di guardare con sfavore alle richieste di parate contenziose se non viene fatto alcun tentativo di parlare con i residenti. Ciò che la Commissione Parate sta dimostrando è che in realtà non segue le proprie linee guida e le procedure quando emanano le decisioni e danno ragione alla visione di lunga data del GARC e di altri che li ritengono non adatti al compito affidato loro.

Gli Apprentice Boys sono, come gli altri Ordini Lealisti, un’organizzazione per la supremazia protestante che ha al centro del loro ethos la convinzione fondamentale che essere protestante li rende in qualche modo di una classe superiore al resto di noi. In nessun luogo questo è esemplificato meglio che nel loro atteggiamento verso i residenti Ardoyne durante ogni loro parata nel quartiere. Gli Apprentice Boys salgono su un bus nella zona di Shankill/Woodvale, passano per Greater Ardoyne, scendono al punto di raccolta, marciano attraverso Greater Ardoyne dove non sono i benvenuti, sono accolti da una folla urlante di lealisti dietro alla Cappella Holy Cross e quindi risalgono sugli autobus che li aspettano per portarli a Derry, distante 120 chilometri.

Le domande ovvie da porre agli Apprentice Boys, a livello locale e a livello di dirigenza sono: perché semplicemente non salgono sul loro autobus quando si radunano e poi vanno a Derry? Perché è così importante marciare in una zona che ha dimostrato più e più volte per generazioni di non volere il loro settarismo? Perché non hanno un giorno in cui celebrare la loro cultura senza prima dover calpestare il diritto dei loro vicini di vivere liberi dal settarismo? E le semplici risposte sono che essi godono dell’occasione per ricordare ai “taigs” del loro luogo, e che, mentre l’autorizzazione viene continuamente concessa dalla Commissione Parate, allora verrà continuamente richiesta.

Da parte nostra, il GARC rimane pienamente impegnato ad avere un dialogo con qualsiasi degli Ordini Lealisti, sia faccia a faccia che tramite intermediari concordati, in modo che essi abbiano sentore che la stragrande maggioranza dei residenti di Greater Ardoyne ritiene non benvenute le marce settarie. Questa è stata la nostra posizione dichiarata e così resta. Comunque questa offerta non si estende alle organizzazioni dell’UVF e ai loro portavoce. Il loro unico obiettivo in termini di marciare nella nostra zona non è quello di trovare una soluzione pacifica, ma di rafforzare la loro ego e il sostegno per un’organizzazione contro cui, in un passato non troppo lontano, la gente di Shankill aveva manifestato.

Restiamo della nostra opinione che l’unica soluzione pacifica a questo problema è quello di avere una zona libera dalle parate in Crumlin Road e Ardoyne Road, come da noi proposto nel 2012, dove nessuno marcia e provoca disagi alle vite dei residenti di Ardoyne, Mountainview e The Dales. Ad oggi questo è l’unico tentativo di soluzione non ancora provata, ed è opinione del GARC che la creazione di tale zona metterebbe fine al dolore, all’angoscia, alla distruzione e al caos che segue le parate settarie nella nostra zona.

Il GARC si impegna, come gruppo più grande e rappresentativo dei residenti della zona, ad opporsi alle parate settarie con mezzi pacifici e radicali. Continuiamo a ricevere un sostegno massiccio nella zona, e continueremo a fare del nostro meglio per dare voce a tutti coloro che sono stanchi dei continui abusi verso i nostri diritti umani da parte degli Ordini Lealisti, della Commissione Parate, della PSNI e di altri che facilitano le parate settarie indesiderate.