Suzanne Breen

Funerale di Bobby Sands | Bobby Sands funeralGerry Adams e Martin McGuinness devono avere la decenza di uscire fuori una volta per tutte e dire la verità sull’offerta del governo britannico che potreva salvare le vite di sei hunger striker, dice un ex prigioniero dell’IRA.

Richard O’Rawe, l’ex responsabile delle relazioni pubbliche per gli hunger striker negli H-Block, ha lanciato un nuovo libro contenente una nuova prova sulla possibilità di un accordo che sarebbe potuto essere siglato dopo la morte di soli quattro prigionieri repubblicani.

“Quando scrissi il mio primo libro cinque anni fa, ero una voce solitaria nel deserto”, afferma. “Da allora, le prove sono aumentate e molti ex prigionieri repubblicani hanno convenuto di sostenere la mia posizione.

“I fatti sono inconfutabili. L’offerta fatta dai britannici alla dirigenza dello Sinn Fein nel luglio 1981 non venne consegnata né agli hunger striker né alle loro famiglie. La ragione è chiara: far eleggere Owen Carron nella circoscrizione di Fermanagh e South Tyrone e iniziare a muoversi verso la politica elettorale.

“A chi ha tenuto nascosta l’offerta non importava se gli hunger striker morivano o vivevano. Questa non è la conclusione cui sarei voluto arrivare ma è l’unica possibile quando si combinano insieme tutte le prove”.

Il libro di O’Rawe del 2005 – Blanketmen – causò molte controversie quando rivelò che Bik McFarlane, il comandante dell’IRA in carcere, gli parlò dell’offerta segreta dei britannici che garantiva ‘accoglimento delle cinque richieste, tranne quella della libera associazione.

O’Rawe disse che lui e McFarlane furono entusiasti e McFarlane scrisse a Gerry Adams accettando l’offerta. Tuttavia la risposta di Adams fu che l’Army Council ritenne l’offerta inadeguata e disse ai prigionieri di aspettare una seconda offerta – che non giunse mai.

“Quando il mio libro fu pubblicato Bik negò con veemenza l’esistenza di un’offerta e negò di aver avuto la conversazione con me. Lo scorso anno, Bik ritrovò la sua memoria. Ammise che c’era un’offerta e che ne avevamo parlato”, afferma O’Rawe.

“Un altro prigioniero IRA, Gerard «Cleaky» Clarke, ha rivelato di aver sentito la nostra conversazione, come un altro blanketman che ne riferì alle famiglie di tre hunger striker.

“Gerry Adams, Martn mcGuinness e altri membri dello Sinn Fein nascosero il documento con la proposta britannica agli hunger striker. Ma venne scoperta lo stesso grazie ad una domanda fatta in base alla legge sulla Freedom of Information (Libertà di Informazioni)”.

Due fonti interne all’Army Council dell’IRA riferirono a O’Rawe che Adams non informò mai l’Army Council dell’offerta britannica.

O’Rawe dice che i responsabili dello Sinn Fein che sapevano dell’offerta devono chiedere scusa alle famigli dei dieci repubblicani morti per “quella che è il più grosso insabbiamento nella storia del repubblicanesimo”.