I militari dovrebbero essere riportati per le strade dell’Irlanda del Nord se la polizia non è in grado di affrontare la minaccia terroristica, ha detto un importante ispettore di polizia ora in pensione

Esercito britannico | British armyNorman Baxter, il funzionario di polizia che guidò le indagini per la bomba di Omagh, dice che il Chief Constable (comandante della polizia) Matt Baggott dovrebbe fare tutti i passi necessari per proteggere i suoi agenti – anche se ciò volesse significare riportare indietro l’esercito britannico.

Per il soprintendente in pensione, il ritardo della polizia nel rispondere all’attacco della scorsa settimana a Newtownhamilton “ha effettivamente esposto la popolazione ad un rischio letale”.

E ha avvertito che il sostegno dei militari è necessario se la polizia non può proteggere sé stessa.

“Il comandante della polizia dovrebbe avere la possibilità di chiedere l’intervento di risorse dell’esercito in qualsiasi modo egli ritenga necessario per proteggere i suoi poliziotti”, ha riferito al Belfast Telegraph. “Se ciò implica la presenza dei soldati nelle strade, allora deve essere così.

“Qual è il prezzo di una vita – proteggere alcuni impegni politici?

“Nazionalisti e unionisti sarebbero potuti morire nell’attacco di Newtownhamilton.

“Stai vedendo il contesto di proteggere la polizia, se la polizia non può proteggere la popolazione senza mettere in pericolo sé stessa”.

Scrivendo al Belfast Telegraph, Baxter ha detto che è giunto il momento di fermare la “pretesa” che in Irlanda del Nord c’è un normale ambiente di polizia.

“Se la situazione è arrivata e ritengo lo sia (in alcune zone); dove la polizia non può più agire per proteggere le vite delle persone e prevenire il terrorismo, è responsabilità del comandante della polizia cercare aiuto militare per il potere civile attraverso il ministro della Giustizia”, ha proseguito.

“E’ tempo di fermare la pretesa che qui ci sia un normale ambiente di polizia.

“La litania degli attacchi di quest’anno dimostrano come il terrorismo stia risorgendo”.

Sull’attacco di Newtownhamilton ha aggiunto:”Il risultato è stato una vittoria tattica per i terroristi, che hanno mostrato come siano loro e non le autorità preposte a decidere l’agenda nelle zone di confine”.

Baxter ha spiegato che se la bomba fosse esplosa in Inghilterra e la polizia avesse mancato di rispondere, allora il comandante della polizia, la squadra di comando e il Segretario di Stato sarebbero stati costretti a dare le dimissioni per lo sdegno pubblico sulla questione.

“La popolazione dell’Irlanda del Nord dovrebbe attendersi le stesse norme e ancora una volta la nostra comunità è stata così condizionata da accettare l’inaccettabile”, ha proseguito.

E’ emerso che a oltre 200 membri della Riserva, pronti ad affrontare i corsi per cercare un nuovo lavoro, potrebbe veir chiesto di restare attivi per ulteriori nove mesi.

Per Baxter, anche sebbene mantenere la Riserva sarebbe un primo passo pratico, non è ancora abbastanza.