Free Marian Price
Il Consiglio di Fermanagh ha stabilito di scrivere al Segretario di Stato nordirlandese per chiedere il rilascio di Marian Price dal carcere.

Marian Price si trova in prigione da maggio 2011, dopo aver partecipato ad un raduno repubblicano a Derry.

La repubblicana è anche accusata di reati collegati con la morte di due soldati britannici a Massereene Barracks nel 2009, accuse da lei sempre respinte.

All’incontro del Consiglio comunale di ieri, la consigliera indipendente Berenice Swift ha proposto l’invio di una comunicazione a Theresa Villiers, Segretario di Stato, chiedendo il rilascio immediato di Marian Price.

“Marian Price viene internata illegalmente. Come donna, c’è una palese violazione dei suoi diritti umani. Questo si fa beffe del nostro processo di pace”, ha detto a consigliera Swift.

“Sono contrario”, ha detto Bert Johnston, Democratic Unionist Party, “è una dinamitarda”. Alison Brimstone, sempre del DUP, ha aggiunto: “Non credo che il Consiglio debba scrivere al Segretario di Stato chiedendo il rilascio di qualcuno. Se la consigliera Swift vuile scrivere al Segretario di Stato…”

“L’ho già fatto”, l’ha interrutta il consigliere Swift.

Il consigliere dell’Ulster Unionist Raymond Farrell ha detto: “In relazione al caso Price, ci sono un sacco di donne che hanno avuto i loro diritti umani violati a causa di 30 anni di terrorismo, in questo paese, come le madri dei Disappeared“.

“Siamo totalmente contrari all’internamento senza processo, così la sosterremo [la proposta],” ha dichiarato John O’Kane, SDLP.

Dodici consiglieri, tra cui i membri dello Sinn Fein e dell’SDLP, hanno votato per l’invio della lettera al Segretario di Stato, mentre i 10 membri dei partiti unionisti, DUP e UUP, hanno votato contro.