Il leader del DUP Peter Robinson ha promesso che il suo partito lavorerà per riconnettersi con l’elettorato, dopo una giornata ‘deludente’ alle elezioni europee

Peter RobinsonParlando la scorsa notte, Robinson ha detto che il suo partito ha ‘svenduto’ agli occhi degli elettori unionisti la propria causa per entrare nel governo con lo Sinn Fein.

Il suo commento giunge dopo l’elezione di Diane Dodds al parlamento europeo, emergendo come terza dietro a Bairbre de Brún (Sinn Fein) e Jim Nicholson (Conservative).

Doods ha preso l’ultimo seggio nonostante non abbia raggiunto la quota necessaria.

La divisione del voto unionista in tre parti è stata ritenuta il motivo del crollo elettorale del DUP.

Jim Allister, leader del Traditional Unionist Voice ed ex parlamentare europeo per il DUP, ha attratto più di 66.000 prime preferenze con la sua politica anti-Accordo.

I commentatori stanno suggerendo che Allister potrebbe rubare ulteriore terreno al DUP alle prossime elezioni per Westminster e Stormont.

In cima alle preferenze troviamo la de Brun – un posto trattenuto per quasi trent’anni dal DUP.

La signora Dodds ha raggiunto il 18,2% di preferenze nel conto complessivo dei voti, in netta discesa rispetto al 32% del 2004.

Robinson, primo ministro nordirlandese, ha detto che ci sarebbero da prendere lezioni dalla campagna elettorale per le europee fatta dallo Sinn Fein.

“Non sono uno che blogga con regolarità ma ho letto un commento che ritengo pertinente nel quale si dice che lo Sinn Fein ha molto da imparare dal DUP in termini di governo ma il DUP ha altresì molto da imparare dallo Sinn Fein in termini di comunicazione con la base.

“Ritengo ci sia molta verità in questo”.

Robinson pensa che i bisticci e le divisioni tengano gli elettori lontano dai seggi.

“Abbiamo avuto tre divisioni del voto unionista e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”, ha commentato.

Il leader del partito ha suggerito che una significante parte dell’elettorato del DUP “è rimasta a casa”.

“C’è un messaggio per noi. Dobbiamo collegarci e comunicare con quelle persone. Dobbiamo aggiudicarci quei voti.

“E’ nostra responsabilità assicurarci di motivare la gente ad uscire per votare ed è ciò che dobbiamo riuscire a fare. Vedrete un DUP molto differente dopo queste elezioni”.

Il leader unionista ha riconosciuto che per molti unionisti è “difficile” vedere un governo con lo Sinn Fein.

“Credo abbiamo svenduto la nostra causa. La gente ha bisogno di sapere che non c’è alcuna accettabile alternativa a disposizione. Non credo siamo riusciti a far arrivare in maniera adeguata tale messaggio alla nostra base”.