Trevor RinglandTrevor Ringland, attivista per la riconciliazione, ha chiesto al GAA di rilasciare un comunicato ufficiale dopo la consegna ai bambini di alcune medaglie commemorative dell’IRA.

È stato segnalato settimana scorsa che la madre di un undicenne era furibonda dopo la consegna di medaglie con l’effige del membro IRA Martin McCaughey durante un evento per ragazzi under 12 al Galbally Pearses Club di Tyrone.

Un portavoce del Tyrone Gaelic Athletic Association ha affermato: “Se la madre deve rilasciare un commento, dovrebbe farlo presso gli uffici di Tyrone. Loro ovviamente dovrebbero controllare”.

Un portavoce dell’Ulster Council del GAA dice di “non avere commenti da fare fino a quando non riceveremo una notifica dalle persone coinvolte”.

I due membri dell’IRA Dessie Grew e Martin McCaughey furono assassinati dalla SAS nella Contea di Armagh nel 1990. Un’inchiesta conclusa il mese scorso ha riscontrato un utilizzo di “ragionevole forza” da parte dei soldati inglesi e che le azioni dei due uomini dell’IRA hanno contribuito alla loro morte.

Mercoledì scorso il News Letter ha riportato che secondo il Pari del DUP Lord Morrow le medaglie “inorridiranno molti cattolici romani, figurarsi i protestanti”. Mentre alcuni nel GAA “vogliono senza dubbio andare oltre”, questa azione “ha gettato vergogna sull’intera organizzazione”, ha proseguito l’unionista.

Per Ringland, che guida la campagna One Small Step (Un Piccolo Passo) per la riconciliazione in Irlanda del Nord, la questione dovrebbe essere affrontata.

“Il GAA dovrebbe rilasciare una dichiarazione pubblica distanziandosi da questo? Penso dovrebbe”, afferma. “Ma se non lo fanno non ho dubbi che bisognerà affrontare la questione.

“L’Ulster GAA Council è molto impegnato nell’inclusione e nella costruzione di relazioni con altri che in precedenza si sentivano esclusi. Ma come in molte altre parti della società, ci sono persone con visioni estreme che cercano di usare ogni opportunità perpromuovere le loro opninioni estremiste, e metterci sopra una patina di rispettabilità”.

Figlio di un agente della RUC ed ex giocatore di rugby per Irlanda e Lions, Ringland ha detto che parteciperà ad una finale di GAA questo fine settimana e solleverà le sue preoccupazioni.

“Spetta alla società di evidenziare ai nostri figli ciò che fecero l’IRA e i lealisti affinché loro non trascinino quell’odio nel futuro”, continua Ringland.

“È importante ricordarci che i repubblicani hanno ucciso quasi 2.000 persone durante i Troubles, molti di loro nazionalisti. L’IRA, che si suppone dovesse proteggere la comunità nazionalista, ha ucciso solo 34 lealisti. Per contrasto la tanto demonizzata UDR ha ucciso solo 8 persone in tutto”.

Ha aggiunto: “Molta gente usa queste cose come un’opportunità per abbattere il GAA perché non amano l’organizzazione. Ma dobbiamo anche ricordare il buon lavoro e lo spirito comunitario del resto del GAA”.

Il News Letter ha appreso che ci sono almeno sei competizioni nei club del GAA intitolate a repubblicani. Un club di Dungiven prende il nome dal membro dell’INLA Kevin Lynch e i campi del GAA a Fermanagh sono intitolati al membro dell’IRA Louie Lennard. Il GAA non ha rilasciato alcun commento al giornale.