UVF | Ulster Volunteer Force | East BelfastIl Progressive Unionist Party (PUP) ha votato per mantenere i propri legami politici con la Ulster Volunteer Force e il Red Hand Commando.

Ma quella decisione, presa ad un quasi deserto incontro del partito avvenuto lo scorso giovedì a East Belfast, potrebbe non essere l’ultima decisione sulla questione.

Una fonte ha detto al Belfast Telegraph che l’incontro era stato indetto con un breve anticipo, l’affluenza era “limitata” e “un incontro più rappresentativo” dovrà essere realizzato su questa questione fondamentale.

“Quello (l’incontro dello scorso giovedì) non può essere l’ultima parola sulla questione” ha aggiunto la fonte.

Ai primi di giugno il partito era stato gettato nella crisi dalle dimissioni del suo leader, la parlamentare Dawn Purvis.

Le dimissioni sono giunte pochi giorni dopo l’assassinio di Bobby Moffett a Shankill Road – una pubblica esecuzione oggetto di una speciale relazione dell’Independent Monitoring Commission (IMC).

Altri, tra cui il membro indipendente nel Policing Board David Rose, potrebbero seguire la Purvis e lasciare il piccolo partito lealista, ma stanno attendendo l’esito di una “tranquilla iniziativa” che si sta giocando sullo sfondo.

Un prominente leader paramilitare lealista stava cercando di convincere l’UVF e il Red Hand Commando di recidere i legami con il PUP – sperando che ciò porti al ritorno di Dawn Purvis..

Ma il Belfast Telegraph sa che il insieme alla fine del collegamento con i paramilitari lealisti la politica di Stormont stava insistendo su una completa “ristrutturazione” – ossia un nuovo nome del partito ed una nuova identità.

Se il voto di giovedì scorso – quando la maggioranza dei presenti ha sostenuto la continuazione del collegamento del partito con l’UVF ed i loro associati Red Hand – sarà confermato in un altro incontro del PUP, quindi ci sarà la più grossa divisione nel lealismo politicizzato.

“Si va verso una divisione in autinno”, ha predetto un importante membro del partito.

La fonte, che non vuole essere identificata, ha aggiunto: “Ci sono persone che vogliono andarsene, e io voglio andare con loro”.

John Kyle, leader ad interim del partito, ha rifiutato di rilasciare commenti sull’incontro di giovedì scorso.

Ha detto: “Stiamo continunando il processo di maturazione e sobria riflessione, e comunicheremo presto i risultati”.

Il convegno annuale del partito si terrà in ottobre, e se ci sarà una divisione il PUP si troverà a lottare contro Dawn Purvis a East Belfast nelle elezioni del prossimo anno.

Nei prossimi giorni la Purvis traslocherà in un nuovo ufficio nella circoscrizione, mettendo ulteriore distanza tra sé ed il partito che una volta era sotto la sua guida.