I colloqui sul trasferimento dei poteri su giustizia e sicurezza all’Assemblea nordirlandese potrebbero essere in pericolo, fa sapere il DUP

Sammy WilsonIl ministro delle Finanze di Stormont, Sammy Wilson, ha messo in dubbio l’impegno del governo sulla ricerca di finanziamenti per il trasferimento dei poteri.

Ha detto che il suo partito crede ci siano pochi spazi per proseguire i colloqui con Downing Street a meno che non ci siano progressi immediati.

Lo spostamento dei poteri sulla polizia e la sicurezza è stato fonte di grandi problemi, con lo Sinn Fein che chiedeva la conclusione del procedimento in linea con l’accordo tra repubblicani e DUP.

I ministri di Stormont dovrebbero discutere una bozza di legge sulla devolution ad un incontro che si svolge oggi presso l’Esecutivo, ma Wilson ha detto che i colloqui per trovare i fondi necessari sono cruciali per concludere il processo.

“Nonostante molti mesi di discussioni dettagliate su come la giustizia verrà finanziata, non ci sono ancora segni che il governo prende seriamente il reperimento di fondi”, ha affermato.

“Non dovrebbero esserci dubbi che senza risolvere la questione, sarà impossibile trasferire i poteri.

“Infatti, mentre il governo mantiene la sua attuale posizione sulla materia, le discussioni sul trasferimento delle funzioni resteranno accademiche”.

Ha aggiunto: “Abbiamo approcciato questi negoziati con il governo in buona fede ma senza un serio coinvolgimento da parte loro c’è poco da fare nel prosieguo di quelle discussioni e dovremo considerare l’approccio futuro su questo argomento nei giorni successivi”.

Wilson accoglie con favore la discussione pianificata dai ministri di Stormont sulla bozze di legge che servirà a nominare un nuovo ministro della Giustizia.

Riferisce anche che il suo partito era soddisfatto di avere un sufficiente controllo sulla creazione del niovo ministero.

Il primo ministro Peter Robinson era atteso a chiarire il modo per una discussione sulla legge il 9 luglio e venne criticato dallo Sinn Fein per lo spostamento dell’argomento.

Ma Robinson affermò di aver voluto concedere il giusto tempo ai ministri per studiare la legge.