Settarismo in Irlanda del Nord
Il settarismo rimane ancora profondamente radicato nei luoghi di lavoro del settore privato in Irlanda del Nord, secondo i risultati di un nuovo rapporto.

Il rapporto sostiene che un notevole lavoro deve essere effettuato per ridurre gli atteggiamenti pregiudizievoli e per affrontare l’aumento della segregazione.

Eseguita da Trademark, l’agenzia di ricerca e formazione, e dall’Irish Congress of Trade Unions, il rapporto ha esplorato l’impatto costante del settarismo nei luoghi di lavoro.

Gli autori che hanno pubblicato i risultati all’inizio della Community Relations Week li ha descritti come “preoccupanti” e hanno chiesto un intervento immediato da adottare per affrontare il problema.

L’indagine ha coinvolto circa 50 persone in discussione attraverso un “campionamento ragionato” e un questionario anonimo cui hanno risposto 2.500 lavoratori di Asda, catena inglese di vendita al dettaglio presente in Irlanda del Nord.

L’indagine ha rivelato che il 44% del personale dichiara di aver subito molestie settarie.

E analizzando le molestie subite, il 37% lo ha descritto come il cosiddetto “sfottò”, il 15% erano abusi verbali, il 21% era legato alle bandiere e agli emblemi, e il 27% era “isolamento”.

È inoltre emerso che, su 2.500 intervistati, il 13% ha indicato un’esperienza diretta di molestie intorno ad una serie di questioni relative alla parità nel posto di lavoro, tra cui discriminazione verso i più anziani, il razzismo, il sessismo e il settarismo.

Un ulteriore 7% ha detto di non aver sperimentato personalmente alcuna molestia, ma erano a conoscenza di incidenti che interessavano altri lavoratori.

Il gigante al dettaglio ha commissionato a Trademark una corso di formazione contro il settarismo per il personale, dopo un incidente avvenuto nel luglio 2010.

Ci furono proteste dopo che il dipendente Billy Hunter era stato licenziato dalla filiale di North Belfast di Asda perché accusato di aver chiesto ad un addetto alle consegne che ascoltava musica nel parcheggio aziendale di ascoltare The Sash (canzone settaria simbolo dell’Orange Order) al posto della musica pop.

Ci furono quattro giorni di proteste fuori dal negozio.

In seguito emerse che Hunter era stato condannato all’ergastolo per aver ucciso Thomas e John McErlane nel 1975. L’uomo ottenne nuovamente il posto di lavoro in Asda.

Il nuovo rapporto ha anche avvertito che se le organizzazioni non imparano a gestire le differenze e a promuovere luoghi di lavoro condivisi, possono “involontariamente ma efficacemente” creare un aumento della segregazione settaria in Irlanda del Nord.

Tra le raccomandazioni quella di compiere maggiori sforzi per garantire la formazione anti-settaria e il dialogo come un’attività obbligatoria nel settore privato.

Joe Law, co-direttore di Trademark, ha dichiarato: “Viviamo ancora in un mondo di buone maniere, negando, eludendo e non parlando di qualsiasi materia controversa. È importante che questa ricerca possa aprire un dibattito adeguato sul settarismo”.

Il dottor Stephen Nolan, anch’egli co-direttore di Trademark, ha dichiarato: “Il settarismo è ancora una caratteristica significativa nei luoghi di lavoro del Nord, e in particolare nelle piccole e medie imprese che non rientrano nella Equality Commission Monitoring (Monitoraggio della Commissione per l’Uguaglianza).

“Stiamo cercando costantemente di aprire un dibattito.

“Penso che quando la gente leggerà il rapporto, resterà scioccata.

“I livelli di violenza settaria sono ancora elevati”.

Ha poi aggiunto: “Non si può proteggere il posto di lavoro dal settarismo ma i sindacati e i datori di lavoro devono fare di più per prepararsi all’inevitabilità della politica settaria sul luogo di lavoro.

“Anche dopo tutto quello che abbiamo passato, continuiamo ad ignorarlo, sperando che se ne vada.

“Ma far finta che (il settarismo) non ci sia non aiuta.

“Asda è andata fino in fondo per affrontarlo. Non hanno scelto di farlo, hanno dovuto”.