IRSP Colour PartySono stati scarsi i progressi fatti dal 1981 per raggiungere una repubblica socialista, è stato evidenziato domenica nel corso di una commemorazione per lo sciopero della fame del 1981.

Una marcia ha percorso le strade di Derry dalla fabbrica Rosemount fino al “Socialist Plot” nel City Cemetery, dove si è tenuta una commemorazione. La marcia è stata guidata da un colour party (esposizione delle bandiere del partito, Ndt). Anche i rappresentanti di altri gruppi repubblicani hanno preso parte alla manifestazione.

La commemorazione si è tenuta in coincidenza con gli anniversari della morte degli hunger striker di Derry, Patsy O’Hara e Raymond McCreesh, che ha avuto luogo ieri. Peggy O’Hara, madre di Patsy, era tra coloro che hanno partecipato alla commemorazione.

Nel discorso principale, Michael McLaughlin dell’IRSP ha descritto lo sciopero della fame del 1981 come “una tra le battaglie più eroiche avvenute nel corso delle lotte recenti per la liberazione nazionale in Irlanda”.

McLaughlin ha anche detto che nulla è cambiato da quando ha avuto luogo lo sciopero della fame.

“Quando guardiamo l’attuale situazione politica in Irlanda e tentiamo di analizzare dove siamo arrivati e dove sta andando la lotta, non possiamo fare a meno di vedere che fondamentalmente non è cambiato nulla.

“L’Irlanda è ancora divisa, il settarismo è diffuso, siamo ancora governati dai capitalisti e la classe operaia viene ancora sfruttata giorno dopo giorno”.

Ha continuato: “Non abbiamo fatto molti progressi dal 1981. La classe capitalista conserva ancora e, anzi, ha rafforzato il suo pugno di ferro sulle leve del potere a nord e a sud”.