Joe Brolly, Conferenza Annuale GAA

L’esperto GAA Joe Brolly ha causato scalpore tra molti unionisti, sostenendo che non è affare di altri se i club prendono il nome di repubblicani morti

L’ex calciatore della contea di Derry ha parlato dopo le critiche di Peter Robinson all’intitolazione di alcuni club a uomini dell’IRA e ad altri repubblicani, durante la cena della GAA (Gaelic Athletic Association) di giovedì sera.

L’avvocato e commantatore di calcio gaelico per RTE si è detto orgoglioso il suo hurling club di Dungiven prenda il nome dal repubblicano dell’INLA Kevin Lynch, morto durante lo sciopero della fame del 1981.

“Non è affare di nessun altro – è così semplice. La gente può accettarlo o odiarlo”, ha detto alla BBC. “È così che lavorano le società e le comunità”.

“Kevin ha giocato ad hurling per Dungiven e per Derry, e il club di hurling è stato intitolato a lui per questo motivo. Siamo molto orgogliosi di lui”.

Joe Brolly ha detto che la presenza di Peter Robinson alla cena di gala di Co-operation Ireland presso la Queen’s University era importante e lo ha raccomandato di “andare il più avanti possibile”.

Ma il leader del TUV Jim Allister ha detto che Brolly “ha lasciato cadere la maschera”.

“Le osservazioni di Joe Brolly sottolineano quanto sia stato sciocco Peter Robinson a partecipare all’evento di ieri sera e a lodare la GAA per i risultati che uniscono le comunità” ha spiegato il falco unionista.

“Le osservazioni di Brolly suggeriscono che quando si tratta di sensibilizzazione è un processo a senso unico con la GAA che cerca di indorare la pillola ai politici unionisti ma alla fine si rifiuta di far qualcosa per risolvere i problemi di molti unionisti secondo cui la GAA è un’organizzazione profondamente settaria che continua a glorificare il genocidio perpetrato dall’IRA.

“La GAA può inviare rappresentanti sui media a cercare di coprire la verità ma Brolly ha lasciato cadere la maschera. Ha esposto la follia delle azioni di Robinson dell’altra sera e ha dimostrato che la GAA non è affatto interessata a coinvolgere la comunità unionista”.