Una volta a capo dell’IRSP, McQuillan ha negato di essere stato un informatore di alto rango ai tempi dell’omicidio del lealista Billy Wright

Kevin "Bap" McQuillanKevin ‘Bap’ McQuillan si allontanò dall’organizzazione quasi un decennio fa.

Recentemente ha assunto il ruolo di portavoce del nuovo gruppo Republican Network for Unity.

McQUilla ha negato le dicerie dell’INLA, secondo cui egli lavorò come informatore all’epoca dell’omicidio del leader della LVF, Billy ‘King Rat’ Wright, colpito all’interno della prigione di Maze nel 1997.

“Ci sono poche cose peggiori che chiamare ‘spia’ un repubblicano”, ha affermato.

“Credo ci siano elementi più sinistri e cospiratori al lavoro qui.

“La prima volta che mi hanno messo a conoscenza di queste voci fu a luglio quando (i poliziotti) arrivarono alla mia porta”.

McQuillan dichiara di non voler lasciare la propria casa a West Belfast.

L’altro ieri sera un portavoce del movimento repubblicano ha affermato: “La dirigenza dell’INLA del 1997 e quella attuale sono convinti che Kevin McQuillan lavorasse per l’intelligence britannico durante il periodo in esame, ossia il periodo sotto osservazione da parte della Billy Wright inquiry.

“Adesso ci siamo mossi politicamente e così non ci sono minacce contro di lui.

“Tuttavia, la dirigenza INLA ha messo in chiaro che la voce era venuta alla luce alcuni anni fa”.