Mark Durkan, SDLP
Le idee per sconfiggere la recessione sono in cima all’ordine del giorno in Irlanda del Nord.

Politici, imprenditori e sindacati si sono incontrati a Stormont lunedì per trovare i modi di contrastare la flessione economica in Nordirlanda mentre il leader dello SDLP Mark Durkan ha annunciato di aver identificato un avanzi di 400 milioni di sterline da utilizzare per “mettere in moto” l’economia in difficoltà.

La “task force” economica di lunedì è stata guidata dal primo ministro e dal suo vice, con Robinson che ha ricordato come la crisi sia “diffusa in tutti i settori della società”.

“Incoraggeremo i membri del gruppo a confrontarsi con noi su ciò che stiamo facendo ma anche per proporre soluzioni”, ha detto.

“Il nostro obiettivo generale è di consigliare sulla migliore strategia per attraversare l’attuale tumulto economico”, ha detto Robinson, rivelando che sottoporrà una dichiarazione completa sulla task force all’assemblea nelle prossime due settimane.

Contemporaneamente Mark Durkan, leader del partito nazionalista Social Democratic and Labour Party ha svelato le proprie proposte. Ha affermato l’importanza di “utilizzare ogni linea di spesa” e specificatamente, di liberare le riserve monetarie trattenute dagli enti pubblici.

Parlando alla BBC ha chiesto il senso di trattenere massicce scorte finanziarie quando l’economia e l’industria edile in particolare necessitano urgentemente di aiuto.

“Dobbiamo riconoscere che esistono riserve finanziare giacenti in varie istituzioni pubbliche e in questo contesto occorre dire che è meglio utilizzare queste riserve piuttosto che lasciarle dove sono… e poi vanno ricostruita”, ha detto Durkan.

“Avere soldi chiusi a chiave come scorta mentre chiediamo avanzare proposte sulla salute ma ci viene proposto solo di tagliare gli infermieri, di chiudere le case per gli anziani e di tagliare i servizi per i bambini, secondo noi non ha senso”.

Durkan propone la creazione di uno stadio in centro a Belfast per far crescere l’economia.

I soldi che potrebbero essere dirottati dal bocciato progetto di uno stadio al posto del carcere di Maze/Long Kesh, circa 40 milioni di sterline, per Durkan potrebbero servire a costruire uno stadio nuovo dietro alla stazione degli autobus Europa, nei pressi dell’Europa Hotel, in pieno centro di Belfast.

Altre proposte nel documento dello SDLP intitiolato “New Priorities in Difficult Times” (Nuove priorità in momenti difficili), include la vendita di un parcheggio in High Street a Belfast per recuperare soldi.

Viene avanzata la proposta di vendita degli uffici centrali del Northern Ireland Housing Executive, sempre a Belfast, e quindi di affittarli nuovamente, risparmiando 17 milioni di sterline – malgrado l’accantonamento avvenuto negli ultimi tempi di un altro piano basato su vendita e affitto di immobili.

Lo SDLP propone anche la vendita di appezzamenti in tutta l’Irlanda del Nord, come piccole foreste, che non sono adeguatamente utilizzate.

Il partito intende anche bloccare i bonus e l’assunzione di membri civili di quinto grado che guadagnano più di 80.000 sterline all’anno.

Un altro punto controverso nella loro proposta è di congelare gli emolumenti dei parlamentari e di ritoccare i salari in modo che chi siede a Stormont guadagni tre quarti di quanto prende un collega a Westminster.

New Priorities in Difficult Times
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif La proposta dello SDLP intitolata \"Nuove priorità in momenti difficili\", presentata dal partito nazionalista a Stormont. L\'obiettivo è di arginare l\'attuale crisi finanziaria in Nordirlanda. In lingua inglese. Dimensione / Size:
327.62KB
Scaricato / Clicks:
94