McDaid funeral - Funerale di McDaidL’omicidio di un cattolico picchiato a morte da una banda di protestanti in Irlanda del Nord è stato primitivo, malvagio e premeditato, ha detto un prete ai convenuti al suo funerale svoltosi oggi.

Il padre di quattro figli Kevin McDaid, 49 anni, è stato ucciso a pochi metri dalla sua abitazione a Coleraine, Contea di Londonderry, otto giorni fa quando la violenza è esplosa dopo che una banda composta da 40 lealisti è piombata nell’area in seguito alla vittoria dei Rangers Glasgow sui Celtic nella Scottish Premier League.

Sei uomini sono stati accusati della morte ed anche, insieme ad altri due, del tentato omicidio di Damien Fleming, 46 anni, che è stato gravemente ferito nei disordini.

I figli di McDaid hanno trasportato la bara del padre partendo dalla sua abitazione, seguiti dalla madre in lacrime.

Centinaia di persone hanno partecipato al corteo funebre mentre compiva il breve viaggio verso la chiesa di St. John, sulla collina cittadina.

I leader delle chiese Presbyterian Church of Ireland della città hanno assistito ai funerali così come il vice primo ministro nordirlandese Martin McGuinness, il presidente del nazionalista SDLP Mark Durkan ed i parlamentari dello Sinn Fein, Francie Brolly, e dello SDLP, John Dallat. Nessun politico unionista è stato visto, né all’interno né all’esterno della chiesa.

Il parroco Padre Charles Keaney ha detto che McDaid era un uomo buono, onesto e infaticabile lavoratore che ha sempre cercato di fare il giusto ed il meglio in qualsiasi cosa.

Ha detto: “Ha lavorato instancabilmente per costruire ponti in questa comunità, specialmente tra i giovani. In questa zona era conosciuto come «The Peace Maker»”.

Ha aggiunto Keaney: “Ciò che è accaduto la scorsa domenica non ha davvero nulla a che fare con la religione. Non c’entra nulla neppure con il calcio.

“E’ stato qualcosa che sarebbe potuto accadere nelle epoche oscure… è stato un male premeditato e primitivo”.

McDaid funeral - Funerale McDaidIl prete ha detto che mentre il mondo guardava oggi hanno visto una città priva di pace.

“Gratta sotto lo strato di normalità e troverete persone con stanche speranze, amore apatico e fiducia spezzata.

“Un luogo dove atti amari e incuranti di violenza e morte possono essere tollerati o scusati anche se da una minoranza”.

Il prete ha ammonito: “A meno che lasciamo i pregiudizi del passato dietro alle spalle ed aumentiamo i nostri sforzi per lavorare insieme, allora tutto ciò potrà succedere ancora”.

Ci deve essere genuina compassio e giustizia per tutti , ha detto, rispetto per la dignità di ogni uomo e donna a prescindere dall’appartenenza religiosa o dalla convinzione politica.

Ciò che viene richiesta è una cura genuina per gli emarginati ed i bisognosi.

“Dobbiamo combattere la causa alla base del comportamento antisociale. E’ ora, per tutti noi in questa comunità, di essere maggiormente tolleranti, aperti e coinvolti”, ha proseguito Padre Kearney.

Dopo la messa McDaid è stato sepolto nel cimitero dove sua moglie ha dato l’esempio ai membri della famiglia, gettando una singola rosa rossa nella tomba.

Parlando dopo la funzione Martin McGuinness ha detto di aver partecipato perché crede sia molto importante per le persone che occupano posizioni di responsabilità politica mostrare solidarietà verso coloro che soffrono.

“E’ stato un colpo terribile, un altro segno nero contro uno sfondo di formidabili progressi del processo di pace”, ha detto McGuinness.

Secondo il vice primo ministro è tempo che i politici si uniscano ed il governo lanci un’iniziativa politica per combattere i problemi di Coleraine.

“Sappiamo che Coleraine è una città a sé stante rispetto ad altri luoghi nel nord dell’Irlanda, dove abbiamo chiaramente una piccola minoranza di persone che ritengono di guidare il pollaio ed effettivamente pensano di decidere chi farà cosa in questa città.

“Penso che contro lo sfondo della loro volontà di usare violenza e uccidere persone nelle strade, la sola risposta debba provenire dai dirigenti politici, pronti a d impegnarsi in una iniziativa molto seria per cercare di portare tutto questo verso la fine”, ha proseguito McGuinness.

E’ tempo di crescere anche per i leader politici di Coleraine, i quali devono prendersi le proprie responsabilità, ha rammentato il vice primo ministro.

Ha detto che ci sono politici unionisti nella circoscrizione che neppure oggi sono preparati per dirgli “ciao”.

Secondo il leader del partito nazionalista SDLP il funerale è stata un’opportunità per la comunità di mostrare il proprio disgusto per l’assassinio.

“Padre Kearney – ha detto Durkan dopo la cerimonia – ha giustamente messo in evidenza quanto primitivo e mortale sia il settarismo.

“Abbiamo bisogno di una comunità unita e determinata e una politica decisa a sradicare il settarismo in qualsiasi forma ed in qualsiasi parte del Nord”.