Un repubblicano ha subito 400 fermi e perquisizioni negli ultimi 3 anni

Ricevute di stop-and-.searchUn uomo accusa la PSNI di molestie dopo essere stato fermato e perquisito quasi 400 volte nel corso degli ultimi tre anni.

Il repubblicano di Newry, che desidera rimanere anonimo, ha detto che la polizia lo ferma in media una volta ogni due giorni e mezzo e afferma che gli agenti stanno abusando dei lori poteri.

Secondo l’uomo la PSNI sta conducendo una campagna di “polizia politica” contro di lui e ha tenuto tutte le “ricevute” delle perquisizioni per dimostrarlo.

Ha spiegato al Sunday Mirror (il 7 aprile): “Mi sto allenando per partecipare ad alcune maratone per raccogliere fondi da destinare al PIPS, l’ente di sensibilizzazione sui suicidi. Stavo raccogliendo sponsorizzazioni lo scorso martedì, quando sono stato fermato e perquisito di nuovo. I moduli di sponsorizzazione sono stati presi e gli agenti hanno controllato chi mi stava aiutando economicamente.

“Sono stato torturato, e non sono l’unico. Anche un mio amico è stato fermato quasi quanto me.

“Se questo fosse accaduto a degli stranieri ci sarebbero dei disordini razziali. È una disgrazia. È polizia politica – l’idea di fare i prepotenti ed intimidire. Non sono mai stato condannato, tranne che per una cosa avvenuta quando avevo 17 anni. Adesso ne ho 37, ho un lavoro e non sono coinvolto in alcuna attività militante. Non sono membro dello Sinn Fein né di qualche altro gruppo.

“È un comportamento ostile. Perché queste risorse non vengono dirette contro la gente che vende droghe o attacca gli anziani?”

Stephen Murney, portavoce di éirígí per Newry, afferma di essere stato fermato e perquisito dozzine di volte. E aggiunge: “Ci sono circa 18 persone – repubblicani – che subiscono regolarmente stop-and-search”.

Prosegue il repubblicano: “Se hai un’opinione ed un credo politico differente allora sarai fermato e perquisito. Questa è polizia politica”.

Secondo gli ultimi numeri a disposizione, 554 persone hanno subito stop-and-search nella zona di Newry e Mourne tra l’1 ottobre ed il 31 dicembre 2011. Più di 2.100 persone sono state fermate e perquisite, sempre nella stessa area, nel corso di tutto il 2011.

Un portavoce della PSNI afferma: “La PSNI mette in opera del processi per assicurarsi che i poteri di stop-and-search sia utilizzati adeguatamente. Chiunque abbia una denuncia da fare, può presentarla all’ufficio del Police Ombudsman per un’indagine completa”.