William McCreaE’ stato rivelato oggi che il parlamentare William McCrea è stato avvertito di una minaccia di morte nei suoi confronti emessa dalla Real IRA.

I dissidenti colpirono a morte due soldati nella sua circoscrizione elettorale di South Antrim a marzo. McCrea ha affermato che gli uomini armati stanno cercando di rovinare i progressi fatti in Irlanda del Nord.

“Dobbiamo schiacciare queste persone o consegneranno l’Irlanda del Nord ad un altro lungo periodo di intimidazione e minaccia e molte persone desiderano lasciarsi queste cose alle spalle”, ha detto.

“Nella mia circoscrizione (per il parlamento di Westminster, NdT) abbiamo visto le realtà di ciò che questi terroristi sanguinari possono fare quando uccisero due soldati e cercarono di colpire altri due ragazzi (i fattorini che consegnavano le pizze alla caserma di Massereene)”.

La polizia ha consegnato il messaggio a sua moglie martedì e McCrea lo ha ricevuto giovedì perché era a Westminster. Ha affermato che sarebbe sciocco a non prendere sul serio il pericolo, ma ha attaccato la polizia di aver lasciato il messaggio alla sua porta senza alcuna busta, impedendo alla moglie di vederlo subito e di contattarlo immediatamente.

“Credo sia totalmente sbagliato, trattare un messaggio importante come quello in modo così inaccurato”, ha aggiunto. “Cerchi di proteggere la tua famiglia da alcune di queste cose, loro si preoccupano per te e le portano nei loro cuori per tutto il tempo”.

I genieri Mark Quinsey, 23 anni di Birmingham, e Patrick Azimkar, 21 anni di Londra, furono colpiti dalla Real IRA mentre ritiravano delle pizze ai cancelli di Massereene Barracks, ad Antrim, a marzo. Il poliziotto Stephen Carroll, 48 anni, fu ucciso dalla Continuity IRA a Craigavon due giorni dopo.

McCrea ha chiesto che il trattamento del suo caso chiami in causa l’approccio della minaccia dei dissidenti adesso che la minaccia è elevata.

“Stiamo affrontando l’abbandono del comandante della polizia (Hugh Orde), che desidera l’abolizione della riserva a tempo pieno per diminuirne il numero e raccomanda il ritiro delle armi di protezioni personali dagli ex appartenenti ai servizi di sicurezza mentre c’è una minaccia dei dissidenti alla sicurezza”, ha aggiunto.

“L’intera faccenda mi indurrebbe a non prendere questo seriamente come loro dovrebbero”.

Una portavoce della polizia ha detto che non discutono della sicurezza dei singoli.

“Comunque, se riceviamo un’informazione riguardo ad un individuo che deve rivedere la propria sicurezza, facciamo in modo di informarlo immediatamente. Non ignoriamo mai qualcosa che possa mettere la vita di una persona a rischio”, ha detto.