Belfast City HallCentinaia di lavoratori comunitari di Belfast non vengono pagati da agosto a causa della crisi nei finanziamenti. Lo ha riferito oggi (ieri, ndt) un loro rappresentante.

Il personale operante in alcune delle aree più depresse della città è in esubero a causa dei mancati finanziamenti.

Prevenzione del suicidio, promozione di un miglioramento del risultato didattico e lotta alla tossicodipendenza sono tra i servizi minacciati, ha aggiunto il Cliftonville Community Regeneration Forum.

Il presidente Gerry Robison ha affermato: “I gruppi comunitari non riescono più a riconoscere i salari, non è stato pagato nessuno da fine agosto.

“E’ estremamente urgente, è una disgrazia per quegli operatori che hanno bisogno di soldi per pagare i conti”.

Robinson riferisce che due operatori della sua organizzazione sono in esubero, mentre dallo Sinn Fein fanno sapere che sono circa 300 coloro che rischiano il posto nella città di Belfast.

Il ministro per lo Sviluppo Sociale Margaret Ritchie dello Sdlp ha riferito che dovrebbero esserci buone notizie per le comunità nei prossimi giorni.

Però Robinson chiede lo stesso di fare chiarezza in tempi brevi.

“Il ministro deve avere un approccio olistico perché i nostri gruppi locali sono abbandonati.

“Il Dipartimento per lo Sviluppo Sociale ed altri enti devono essere in grado di provvedere a questi gruppi, per aiutarli a proseguire nei progetti in atto”.

Il lavoro portato avanti dal Cliftonville Forum include l’addestramento dei candidati per le interviste di lavoro, fondamentale in un’area della città nota per la disoccupazione cronica.

Robinson ha aggiunto: “Noi lottiamo quotidianamente contro i problemi della povertà, siamo tra le dieci realtà più povere del nord”.

La parlamentare dello Sinn Fein Caral Ní Chuilin ha esposto il problema in Assemblea.

“Quello che vorrei chiedere al ministro è, a causa della sua ingerenza e del controllo politico in questo progetto, tutte le valutazioni economiche per ciascuno dei partenariati sono stati condotti, i panels (comitati, ndt) hanno raccomandato che la maggior parte di questi progetti sono da finanziare, qual è il ritardo, perché questi servizi per le aree che sono più svantaggiate nel nord d’Irlanda sono ora a rischio”.

La dichiarazione è stata strenuamente contestata dal ministro Ritchie e dai colleghi di partito che hanno chiesto l’intervento dello Speaker di Stormont (il presidente dell’Aseemblea, ndt).

Ritchie ha affermato: “Sono profondamente dispiaciuta del commento fatto dalla parlamentare. Voglio enfatizzare ancora una volta che non ho ordinato alcuna verifica e coloro che hanno suggerito questo sono proprio coloro che stanno creando ansia e incertezza tra la gente.

“Enfatizzerò di nuovo il punto che ho chiesto informazioni finanziare sul processo di rinnovamento degli attuali quartieri di Belfast e che ho fatto il lavoro migliore possibile con le risorse disponibili e ho fatto pressione attraverso il mio Dipartimento per assicurarmi che una quantità sufficiente di fondi sono pronti per completare il programma.

“Comprendo le difficoltà incontrate dai gruppi i cui soldi sono terminati e spero di poter dargli buone notizie in futuro”.