Mark HaddockMark Haddock, lealista dell’Ulster Volunteer Force attualmente detenuto nella prigione di Maghaberry a Lisburn, ha ricevuto un mandato di arresto per l’omicidio dell’ex leader dell’Ulster Defence Association Tommy English.

Nel corso di una delle molteplici faide nel campo lealista, nell’ottobre 2000 Tommy English fu assassinato a North Belfast, di fronte alla moglie ed ai figli.

Haddock è stato interrogato nella stazione di polizia di Antrim dall’Historical Enquiry Team, un gruppo di investigatori appositamente istituito per analizzare gli omicidi avvenuti durante i Troubles e rimasti irrisolti.

Lo scorso mese per l’omicidio di English sono stati fermati due fratelli.

Haddock è stato collegato ad almeno una dozzina di omicidi dalla Police Ombudsman Nuala O’Loan che, nel 2007, ha pubblicato un rapporto che indicava il lealista come agente dello Special Branch infiltrato nella Uvf.

A fine gennaio Haddock verrà scarcerato dopo aver scontato una condanna a 10 anni per il brutale pestaggio di Trevor Gowdy, il portiere di un locale notturno nei pressi di Belfast nel 2002.

Haddock sta cercando di mantenere un basso profilo perché ritiene di essere in pericolo di vita a causa del desiderio di vendetta dei paramilitari lealisti. Non è facile trovare un’immagine a volto scoperto dell’uomo, che vorrebbe anche cambiare nome per restare nell’anonimato.