Liam Adams ha perso l’appello contro la sua estradizione dalla Repubblica d’Irlanda all’Irlanda del Nord, dove dovrà rispondere alle accuse di aver abusato sessualmente della figlia

Liam AdamsLiam Adams, fratello del presidente del Sinn Féin Gerry Adams, ha perso l’appello contro la sua estradizione in Irlanda del Nord, dove è ricercato per le accuse di aver abusato sessualmente della figlia.

Il giudice John Edwards ha stabilito che l’imputato non poteva ricorrere contro l’ordinanza dinnanzi alla Corte Suprema, perché gli elementi presentati dal suo avvocato non erano punti di diritto o di eccezionale rilevanza pubblica.

“Il tribunale è arrivato alla decisione: dispone di non certificare alcuno dei punti sollevati come punti di diritto o di eccezionale rilevanza pubblica”, ha aggiunto il giudice.

Liam Adams è stato rinviato in custodia per 15 giorni, quando l’ordine di estradizione avrà effetto e l’uomo sarà consegnato alla PSNI.

Adams ha abbracciato l’altra figlia, Claire Smith, mentre veniva portato via dalle guardie carcerarie.

Il cinquantaseienne di Belfast nega le accuse di abuso presentate da Aine Tyrell, che ha rinunciato al suo diritto all’anonimato.