Union Jacl - Tricolore irlandeseLe bandiere politiche sono salite ancora una volta alla ribalta a Limavady, con il parlamentare del DUP George Robinson entrato nel dibattito con il sindaco Sean McGlinchey.

McGlinchey, politico dello Sinn Fein, ha accolto con favore la rimozione delle bandiere repubblicane dal quartiere di Glens e ha invitato gli unionisti a seguire l’esempio e rimuovere le bandiere dalla zona di Bovally e dal centro cittadino.

Ha espresso la speranza che in città non si vedano più bandiere sventolare per tutto l’anno, ma George Robinson ha ribadito il suo sostegno per la presenza della bandiera dell’Unione sull’edificio comunale.

Nonostante aver annunciato in marzo che stava per rilasciare “l’unica dichiarazione sulla questione delle bandiere”, cercando di evitare “un ping pong sulla stampa”, il parlamentare di East Londonderry è nuovamente entrato nelle torbide acque della questione bandiere.

Ha detto: “Ho letto con interesse i commenti del sindaco di Limavady riguardo allo sventolio di bandiere di paesi stranieri in giorni specifici.

“Io parto dal presupposto che, mentre il sindaco vede questo come un percorso verso la parità, lui, in qualità di sindaco, deve accogliere qualsiasi proposta di ripristinare l’esposizione della bandiera dell’Unione nei giorni indicati fuori dalla sede del Consiglio Comunale nell’interesse della parità.

“La bandiera dell’Unione è la bandiera del nostro paese e dunque, piaccia o no al Sindaco e ai suoi colleghi di partito, è la bandiera dell’Irlanda del Nord in quanto parte integrante del Regno Unito.

“I miei colleghi di partito non hanno mai sostenuto e mai sosterranno tutto ciò che consentirebbe l’esposizione di bandiere straniere come vuole il sindaco e sono orgogliosi di sostenere lo sventolio della nostra bandiera nazionale – l’Union Flag – in ogni occasione”.

Anche il sindaco McGlinchey ha rilasciato la sua dichiarazione sulla questione delle bandiere a Limavady. Ha accolto con favore la rimozione delle bandiere repubblicane di mercoledì scorso, e ha espresso la speranza che l’intera città possa essere “flag free” (libera dalle bandiere) per tutto l’anno. Ha dichiarato che si trattava di una dimostrazione di direzione civile e che con l’impegno dei residenti della zona di Glens, la città ha stabilito un esempio per incoraggiare la comunità unionista a seguirlo con beneficio di tutti.

Ha detto: “I colloqui hanno avuto luogo per un certo periodo per risolvere la lunga saga delle bandiere nella città di Limavady. Ho investito molte ore del mio tempo con i residenti di Glens, la PSNI e l’ufficiale locale per le Buone Relazioni.

“Le bandiere repubblicane sono state rimosse e in futuro potranno solo nei giorni designati, circa 8 o 10 in un anno. Vorrei incoraggiare i leader della comunità unionista a seguire il nostro esempio e affrontare il loro problema delle bandiere a Bovally e nel centro città.

“Viviamo in una società condivisa, io e lo Sinn Féin rispettiamo davvero tutte le tradizioni. Ora voglio vedere la città di Limavady sgombra dallr bandiere 365 giorni l’anno, presentando un messaggio turistico positivo e amichevole a tutti i visitatori del nostro comune”.