Johnny Adair - © PressEye

Johnny Adair - © PressEye

L’ex leader della UFF Johnny Adair ha accolto positivamente le notizie riguardanti la distruzione delle armi.
Adair ha affermato che i suoi contatti gli hanno riferito dell’avvenuto smantellamento dell’arsenale della UVF ad inizio settimana.

“Se la UVF dice di aver messo fuori uso le armi, io voglio credergli ma non penso che l’UDA abbia fatto questo passo. O almeno, non ho sentito nulla di ciò”.

Adair ritiene la UVF “seria nella sua ricerca della pace e nel dissolvimento dell’organizzazione”.

Ha aggiunto: “Lo dico a malincuore perché sono miei nemici”.

Adair guidava la cosiddetta “C-Company” della UFF di Lower Shankill a Belfast. Fu cacciato dall’Irlanda del Nord nell’agosto 2000 dopo una faida omicida tra la sua compagnia e la UVF.

Dice Mad Dog: “Non credo l’UDA abbia molte armi da poter dar via.

“Questo avrebbe potuto succedere molto tempo fa, comunque, quando ero stato incaricato di mediare tra l’Inner Council e la commissione del generale De Chastelain.

“Abbiamo escogitato un piano e incontrato il generale in molte occasioni.

“Se i gelosi componenti dell’Inner Council mi avessero permesso di andare avanti, avremmo smantellato le armi prima dell’IRA”.

Adair afferma che l’UDA non sarebbe in grado di fornire le armi appartenute alla C-Company.

“Possono gestire un sacco di robaccia perché ne hanno molta”, ha detto.

“Ma non sanno come prendere la persona che ha le chiavi dell’arsenale della C-Company.

“La C-Company ha il miglior nascondiglio e per quanto lo so ce l’hanno ancora, da qualche parte.

“Ritengo che le loro armi non saranno mai trovate o sequestrate”.

Adair ritiene non ci sia più bisogno dei paramilitari lealisti perché vi è una minore minaccia proveniente dai dissidenti repubblicani.

“Sono contento che l’UVF abbia fatto questa mossa. Avevo un compagno al telefono che mi diceva: ‘Non puoi credere a ciò che hanno consegnato’.

“Buon per loro e giù il cappello.

“Questa è una buona cosa per il processo di pace. Quando stavo cercando di fare la stessa cosa i capoccioni dell’UDA spingevano sul fatto che non fosse ancora il momento giusto a causa delle minacce dei dissidenti repubblicani, ma loro (i dissidenti, NdT) hanno fatto i loro attacchi e l’UDA cosa ha fatto? NUlla.

“Quindi mi auguro che l’UDA si adatti al loro esempio siccome la minaccia è stata provata e testata e non hanno fatto nulla. Non risponderanno adesso. Tutto ciò che stanno facendo è puntare le armi su loro stessi”.