L’accordo siglato per far cessare le proteste dei prigionieri repubblicani costerà ai contribuenti 700mila sterline

Prigione di Maghaberry | Maghaberry prisonNel corso del 2010, un gruppo di prigionieri repubblicani si è asserragliato nella sala mensa della prigione di Maghaberry nel corso di una disputa con le autorità carcerarie.

I prigionieri erano continuamente vessati dalle politiche sulla circolazione ristretta e dalle perquisizioni corporali.

La protesta, durata quattro mesi, si è conclusa in agosto dopo un accordo tra le parti.

L’attuazione dell’accordo – che comprende un nuovo impianto per le perquisizioni e la modifica dei cortili dove i prigionieri svolgono gli esercizi – costerà fino a £ 700.000 (circa 800mila euro).

I dati sono stati ottenuti dal parlamentare DUP Paul Givan, che ha espresso preoccupazione in merito all’entità della spesa pubblica.

“Penso che la popolazione sarà sconvolta da queste cifre e non sarà felice”, ha affermato.

“Ho due preoccupazioni principali, una perché abbiamo un sistema a due livelli a Maghaberry, dove il regime separato ha rafforzato i privilegi, e questo per me è un passo verso quello che è stato il carcere di Maze, un sistema verso cui non voglio andare”.

Ha detto alla BBC: “L’altra questione è la preoccupazione dell’opinione pubblica per questa somma di denaro spesa per un numero molto piccolo di individui all’interno di prigione Maghaberry, quando non riusciamo a trovare i soldi per nuove scuole e stiamo lottando per finanziare gli ospedali”.