Cavi, batterie e tubature che sarebbero potute essere utilizzate in una bomba rudimentale sono state ritrovate seppellite in un giardino della prigione di massima sicurezza

Maghaberry Prison | Prigione di MaghaberryNessun esplosivo è stato recuperato durante i tre giorni di ricerca all’interno della prigione di Maghaberry, nella Contea di Antrim.

Ma le autorità carcerarie hanno avviato un’indagine dopo il ritrovamento dei componenti, sepolti vicino al muro perimetrale della prigione.

Un portavoce della Prison Service insiste che con gli oggetti ritrovati non si può realizzare un ordigno funzionante.

Gli oggetti ritrovati, viene detto, provengono da un laboratorio della prigione e da un negozio di dolci anziché essere contrabbandati all’interno.

Ma il ritrovamento giunge a meno di un mese dalla scoperta di tracce di un componente usato nel Semtex all’interno delle celle repubblicane avvenuto durante delle perquisizioni.

Le tracce furono trovate in un tampone adoperato nelle perquisizioni di routine in due celle alla Roe House.

Il Prison Service riferì di non aver trovato Semtex nel corso di tale operazione.

Nel comunicato rilasciato domenica, il Prison Service afferma: “Possiamo confermare il ritrovamento di alcuni componenti per la costruzione di una bomba a basso potenziale nei terreni della prigione, avvenuti nella giornata di ieri.

“Le ricerche nella prigione stanno continuando, ma le visite stanno avendo luogo”.

Maghaberry è la prigione di massima sicurezza nordirlandese, dove tra i prigionieri ci sono paramilitari repubblicani e lealisti.

Gli accessi per le visite sono stati ripristinati nella giornata di ieri, dopo l’intensa perquisizione.

Tutte le visite, sia famigliari che legali, erano state bloccate dalla mattinata di giovedì, dopo l’iizio delle operazioni di ricerca.

Erano passati 10 anni dall’ultima grande perquisizione della prigione.